Perché visitare la Sicilia è sempre una buona idea

Visitare la Sicilia significa inoltrarsi in un territorio ricco di storia, arte e cultura che conferiscono a quest’isola un patrimonio artistico unico al mondo. La Sicilia è l’isola più estesa del mediterraneo, circondata da quattordici isole satelliti, raccolte in tre arcipelaghi: le Eolie, le Egadi e le Pelagie.

In questa terra mare e montagna hanno trovato un equilibrio perfetto che attira ogni anno milioni di turisti sia italiani che stranieri alla ricerca di acque blu e trasparenti o vette da scalare, come il monte Etna. L’isola è facilmente raggiungibile da tutti i porti italiani grazie all’elevato numero di traghetti Sicilia.

La Sicilia, risulta unica anche per le uve che crescono alle pendici dell’Etna, che insieme alla catalizzazione del sole trasformano le uve di Pantelleria in una miscela di zuccheri e aromi che se lavorate nel modo corretto danno vita a uno dei più suggestivi passiti italiani.

La Sicilia occidentale

Palermo è sicuramente il miglior punto di partenza per visitare l’isola, oltre alle classiche attrazioni turistiche come il Palazzo Normanno e la cattedrale troviamo interessante anche fare un giro nel vivace mercato della Vucciria dove si respira la vera atmosfera siciliana.

Se si cerca invece un po’ di pace e relax allora bisogna assolutamente andare nel bellissimo giardino del cortile del Museo Archeologico, ma anche al parco di Piazza Garibaldi pieno di magnolie. Inoltre, a Sud-Ovest di Palermo si può notare in cima alla montagna la cattedrale di Monreale.

Da questa fantastica città si può raggiungere facilmente anche Castellamare del Golfo e Scopello e una volta arrivati qui è impossibile non fare una piccola deviazione per San Vito lo Capo, accessibile tramite la Riserva Naturale dello Zingaro. Da questo lato dell’isola imperdibili anche Segesta, Erice e Trapani.

La Sicilia meridionale

Questa parte di costa non è solitamente affollata da turisti, ecco perché risulta perfetta per i viaggiatori in cerca di tranquillità e relax. Qui è possibile visitare la bellissima Sciacca e l’antica città di Selinunte.

Nelle vicinanze di Sciacca, un po’ più difficili da raggiungere perché si trovano nell’entroterra, ci sono le Cave di Cusa, ma è un’esperienza assolutamente da non perdere. Proseguendo poi lungo la costa est si arriva ad Agrigento e alla Valle dei Templi che rappresenta il più esteso sito archeologico del mondo.

Sempre in questo punto dell’isola è possibile visitare alcune tra le migliori spiagge come: Capo Passero, l’Oasi di Vindicari e Marzamemi.

La Sicilia orientale

La parte orientale della Sicilia è sicuramente la più affollata dai turisti e anche la più attrezzata. All’ombra dell’Etna in questa zona si trovano le meravigliose località di Aci Castello, Acireale, Giarre e soprattutto i Giardini Naxos.

Da questa parte si può fare un giro nella città più alla moda dell’isola: Taormina. Ma c’è anche la possibilità di visitare le strabilianti Gole dell’Alcantara, invece, a sud di Catania vale la pena fare una piccola deviazione per Megara Hyblaea, una delle prime colonie greche in Sicilia.

Per gli escursionisti il paradiso è proprio lì vicino, infatti, vi potrete rifare gli occhi nella necropoli di Pantalica. Mentre per gli amanti della natura in questa zona non può certo mancare una visita alla Riserva Naturale Orientata Cavagrande del Cassibile che permette grandi escursioni.