Traffico di esseri umani: sopravvive 60 ore su una nave capovolta colpita dalla tempesta, 39 dispersi

su una nave capovolta

Un sopravvissuto è stato trovato aggrappato ad una barca capovolta 60 ore dopo che la nave di contrabbando per traffico di esseri umani con a bordo 40 persone partita dalle Bahamas è stata colpita dalle tempeste al largo della costa della Florida

Una missione di ricerca e soccorso è stata lanciata dalla Guardia Costiera degli Stati Uniti dopo che una barca di contrabbando con a bordo 40 persone si è capovolta, sabato notte, al largo delle coste della Florida. L’incidente è avvenuto a circa 45 miglia a est del Forti Pierce Inlet State Park dopo che poche ore prima aveva lasciato l’isola di Bimini alle Bahamas. Un sopravvissuto è stato trovato per pura casualità da un buon samaritano: è rimasto per 60 ore aggrappato a ciò che ancora affiorava dell’imbarcazione e, una volta salvato, ha spiegato che l’incidente è avvenuto a causa delle condizioni meteorologiche avverse e che nessuno indossava giubbotti di salvataggio.

LEGGI ANCHE =>> Nave da crociera devia l’itinerario della vacanza: un giudice ne ha ordinato il sequestro per un debito milionario

Si tratta quasi certamente dell’unico sopravvissuto dopo il disastro anche se la Guardia Costiera non ha interrotto le ricerche nella speranza di trovare altre persone ancora in vita: le autorità lo ritengono un caso sospetto di traffico di esseri umani dato che i migranti hanno a lungo utilizzato le isole delle Bahamas come trampolino di lancio per raggiungere la Florida e gli Stati Uniti cercando sfruttare i momenti di tempo mite per effettuare la traversata. Ma le navi sono spsso pericolosamente sovraccaricate e quindi soggette al ribaltamento e nel corso degli anni sono morte migliaia di persone.

Migliaia di morti nel corso degli anni

I funzionari hanno affermato che le ricerche proseguono sia per via aerea che marittima su un’area di circa 135 miglia che si estende da Bimini a Fort Pierce Inlet. La Us Coast Guard pattuglia regolarmente le acque intorno ad Haiti, Repubblica Dominicana, Cuba e Bahamas e solo venerdì scorso sono stati trovati, a ovest di Great Inagua, 88 haitiani in una nave sovraccarica. Lo scorso luglio invece 13 persone sono state soccorse dopo che la loro barca si è capovolta al largo di Key West mentre si avvicinava alla tempesta tropicale Elsa: avevano lasciato Cuba in 22, dunque 9 sono scomparsi in acqua.