Pirata della strada travolge una macchina in autostrada e uccide due giovani donne. Arrestato dopo essere scappato

Un cittadino bulgaro è stato arrestato per omicidio plurimo, dopo aver ucciso due donne in un incidente in autostrada senza prestare soccorso.

Immane tragedia sull’autostrada A28 Portogruaro-Conegliano. Un cittadino bulgaro si è scontrato con il suo SUV, un Land Rover, contro una Fiat Panda sulla quale viaggiavano due cugine e le figlie di una delle due. Nell’impatto hanno perso la vita le due giovani donne e sono rimaste ferite le bimbe. Lo scontro ha visto come protagoniste tre auto. L’uomo ha prima colpito una Fiat 500 e poi è finito contro la Panda.

Le vittime sono la ventenne Jessica Fragasso, residente a Mareno di Piave, e la venticinquenne Sara Rizzotto, residente a Conegliano.

Dopo lo scontro, l’uomo è fuggito senza prestare soccorso immediato. Il pirata della strada è un uomo bulgaro di Pordenone. Dopo essere fuggito, è stato fermato dagli agenti. L’uomo adesso è accusato di omicidio stradale plurimo.

Travolge e uccide due cugine sull’A28. Gravi le due piccole figlie di una delle donne. Pirata della strada arrestato per omicidio stradale plurimo

Le due bimbe, una di due anni e mezzo e la sorellina neonata, sono in gravi condizioni. Le piccole sono state ricoverate, con l’elisoccorso, all’ospedale di Udine nei reparti di neurochirurgia e neonatalogia. Sarebbero fortunatamente fuori pericolo di vita.

L’impatto è avvenuto in autostrada, fra le località di Villotta e di Azzano Decimo. Il bulgaro, dopo l’impatto, è scappato nei campi, ma è stato rintracciato diverse ore dopo dagli agenti di polizia. Per liberare i corpi delle vittime dalle lamiere sono intervenuti i Vigili del Fuoco.