“Putin è una m…”, atto vandalico contro una Porsche di lusso. Il motivo? La targa è russa

auto di alto valore

La Questura di Siena sta indagando su un atto vandalico indirettamente collegato alla guerra iniziata dalla Russia in Ucraina: una Porsche è stata oggetto di scritte contro Putin fatte con le bombolette spray

Un attacco a Putin dall’Italia, scritto direttamente su una costosissima e fiammante Porsche. L’episodio si è verificato nella città di Siena, la cui Questura sta indagando e raccogliendo indizi in merito all’atto vandalico avvenuto nelle scorse ore in via Gigli. Ignoti hanno preso di mira il veicolo di lusso, che si trovava parcheggiato, e utilizzando una bomboletta spray hanno scritto sul portabagagli: “Putin è una m….”.

LEGGI ANCHE =>> La foto del dolore: papà ucraino in lacrime sulla bara del figlio ucciso nei raid aerei dell’;esercito di Putin

Caccia all’autore dell’atto vandalico

Il motivo è riconducibile al fatto che la targa dell’auto fosse russa. Si ritiene che il proprietario, probabilmente identificato in queste ore, sia uno dei numerosi (circa 6000) partecipanti alla gara ciclistica “Strade Bianche” organizzata a Siena nella giornata di domenica. L’ammontare del danno, considerato l’alto valore del mezzo, potrebbe essere elevato. Nel frattempo gli agenti stanno lavorando per rintracciare, anche con l’aiuto delle telecamere di sorveglianza, l’autore del gesto scaturito dalle azioni del presidente russo in Ucraina. Rischia una denuncia ed una pesante sanzione.