McDonald’s interrompe le attività in Russia: compra centinaia di hamburger e li mette nel frigorifero

l'immagine fa il giro del mondo

Un uomo ha riempito il suo frigorifero con centinaia di hamburger McDonald’s dopo l’annuncio dell’azienda di chiudere temporaneamente gli 850 punti vendita in Russia

Da cibo per tutte le tasche ad alimento quasi impossibile da trovare e venduto a carissimo prezzo. Accade in Russia dove, tra gli effetti della guerra iniziata in Ucraina e costata la vita a migliaia di persone di entrambe le nazionalità, tra civili e militari, vi è anche lo stop dell’attività di dozzine di aziende. Tra queste anche McDonald’s che nei giorni scorsi ha annunciato l’immediata chiusura (temporanea) dei suoi punti vendita in Russia, ben 850 disseminati in tutto il Paese. Una decisione che fa seguito a quella di aziende come Coca Cola, Ferrari, Kfc, e tante altre e che ha scatenato una vera e propria ‘caccia’ al Big Mac. Lo racconta il Daily Mail rendendo nota la storia di un uomo, evidentemente cliente abituale di McDonald’s, che ha deciso di acquistare decine e decine di hamburger che ha poi messo nel suo frigorifero, letteralmente stracolmo di panini.

LEGGI ANCHE =>> Il noto attore e doppiatore ucraino, Pasha Lee, deceduto negli scontri in Ucraina

Prezzi gonfiati sull’Ebay russo: fino a 300 euro per un Big Mac Menù

C’è poi chi ha deciso di approfittare della situazione per guadagnare soldi nientemeno che dalla vendita di panini o di altri prodotti del fast food a caro prezzo. Tariffe gonfiate che cozzano con i prezzi alla portata di tutti che l’azienda è solita proporre: e così si è scoperto che su Avito, una piattaforma simile ad Ebay, sono state pubblicate inserzioni per la vendita di un menù Big Mac a prezzi di quasi 300 euro. Chi vuole tre sacchetti, comprensivi di bevande, dovrà invece sborsare circa 800 euro. Gli appassionati dei famosi nuggets di pollo dovranno tirare fuori dal portafoglio 188 euro. E la maionese? Tenetevi forte: una singola confezione costa 7,50 euro.