Mangia e dorme gratis in 35 hotel: mesi di appostamenti e indagini per stanarlo

identificato il truffatore

Si è mosso in lungo ed in largo in Liguria soggiornando in decine di hotel senza mai pagare il conto. Il responsabile è un uomo che ha mangiato e dormito a gratis in almeno 35 strutture

L’hanno già soprannominato la Anna Delvey italiana, in riferimento al geniale alter ego inventato da Anna Sorokin, truffatrice tedesca che fingendo di essere una ricca ereditiera è riuscita, tra il 2013 ed il 2017 a frodare alberghi, banche e conoscenti in diverse località degli Stati Uniti per un ammontare complessivo di almeno 275mila dollari. Anche in Italia negli ultimi mesi è accaduto qualcosa di simile e nella fattispecie in Liguria dove un uomo è riuscito a soggiornare in decine di hotel senza mai pagare il conto. Il responsabile della maxi truffa sarebbe riuscito a farla franca almeno 35 volte mangiando e dormendo nelle strutture alberghiere a gratis, senza spendere neanche un centesimo.

LEGGI ANCHE =>> Sfugge alla polizia vivendo per un mese in una sauna: preso esperto truffatore latitante

L’uomo doveva già scontare 5 anni di carcere

Chiaramente le autorità hanno iniziato a cercarlo dopo le molteplici segnalazioni ricevute ed una volta accertato che il modus operandi era il medesimo hanno capito che dietro alla truffa poteva esserci una sola persona. Ma fermarla non è stato semplice: l’arresto, avvenuto nelle scorse ore a Milano, è stato effettuato dopo lunghi appostamenti sia in Liguria che in Lombardia, con l’impiego di diversi uomini del nucleo investigativo di Genova. La persona che ha mangiato e dormito a sbafo è un 50enne che peraltro era già ricercato da più di tre anni. L’uomo era stato infatti raggiunto da un provvedimento di cumulo pene emesso dall’ufficio esecuzione penali di Genova. Doveva scontare già 5 anni per una fitta serie di reati commessi nelle città di Genova, Savona e Torino ovvero truffa, sostituzione di
persona e rapina. Le strutture alberghiere nelle quali ha soggiornato senza pagare si trovano a Torino ma anche a Vercelli, Genova, Savona, Aosta e Albenga.