Baby gang accerchia, minaccia e insulta gli agenti per impedirgli di compiere un blitz in casa dell’amico

2 minorenni nel gruppo

Hanno letteralmente ‘sfidato’ le forze dell’ordine aggredendo gli agenti allo scopo di evitare che perquisissero l’abitazione di un loro amico. Nella gang di ragazzini anche due minorenni

Gli agenti avevano predisposto un blitz nell’abitazione di un ragazzo che si riteneva avesse sparato ad un ventunenne con una pistola da soft-air ferendolo alla testa. Ma una banda di ragazzini, allo scopo di impedire la perquisizione in casa, hanno accerchiato i poliziotti per poi iniziare ad insultarli, spingerli e minacciarli, arrivando anche a tentare di danneggiare le pattuglie della squadra mobile. Ma non solo perchè il gruppo di cinque ragazzi, due dei quali minorenni, sono anche saliti sui mezzi dei vigili del fuoco allo scopo di impedire che aiutassero gli agenti a raggiungere l’abitazione del loro amico. Una vera e propria sfida alle forze dell’ordine, che i cinque hanno peraltro ripreso con i loro smartphone per pubblicare poi alcuni estratti video sui social.

Dramma sul lavoro

LEGGI ANCHE =>> Blitz in una casa: polizia scopre una piscina piena di squali che nuotano intorno a un albero di Natale

Raffica di denunce per la banda di ragazzi

L’incredibile episodio si è verificato in un quartiere di Cremona e ha ovviamente avuto delle conseguenze. La banda è stata interamente identificata e tutti sono stati raggiunti da una denuncia per resistenza, violenza e minaccia a pubblico ufficiale; accuse alle quali si sommano quelle del rifiuto di fornire le proprie generalità e violazione delle norme relative al trattamento dei dati personali.