Un asteroide ha colpito la Terra ma è stato scoperto solo due ore prima dell’impatto con l’atmosfera

scoperto 2 ore prima dell'impatto

Un asteroide è stato scoperto poco prima del suo impatto con l’atmosfera terrestre: aveva un diametro di circa 3 metri ed è esploso con un’energia di 2 kilotoni di TNT

Quanto accaduto negli ultimi giorni deve essere da monito per una sempre maggiore attenzione verso ciò che accade al di fuori dell’atmosfera terrestre, allo scopo di prevenire qualsiasi impatto potenzialmente pericoloso. A sole due ore dal suo impatto con l’atmosfera terrestre gli esperti lo hanno scoperto e fotografato, prima che si distruggesse generando un’energia di circa 2 kilotoni di TNT nell’esplosione. L’episodio è avvenuto l’11 marzo mentre l’impatto, verificatosi al largo delle coste islandesi, è stato registrato alle 22:22 ora italiana. La scoperta è stata fatta esattamente due ore prima, alle 20:24 ora italiana, dall’astronomo ungherese Krisztián Sárneczky mentre un italiano, l’astronomo Enrico Pettarin, è riuscito a fotografarlo circa un’ora dopo, alle 21:28.

LEGGI ANCHE =>> Un asteroide più grande della Torre Eiffel sta per sfiorare la Terra: quali rischi?

È la quinta volta che un asteroide viene scoperto a poche ore dall’impatto

Stando a quanto ricostruito l’asteroide 2022 EB5, come è stato chiamato viaggiava ad una velocità di 15 km/s e aveva un diametro di circa 3 metri. Nell’impatto si è completamente disintegrato generando una luminosissima palla di fuoco. Le stazioni a infrarossi della Comprehensive Nuclear Test Ban Treaty Organization in Groenlandia e Norvegia sono riuscite a rilevare l’esplosione avvenuta “con un’energia vicina a 2 kilotoni di TNT. Supponendo una velocità di 15 km/s, doveva avere un diametro di circa 3 metri,” come sottolineato dall’astronomo della University of Western Ontario Peter Brown il quale ha effettuato la stima combinando i dati raccolti nelle due località. Brown ha diffuso un’immagine su Twitter evidenziando la firma infrasuoni dell’esplosione dell’asteroide. Non si tratta della prima volta che un asteroide viene scoperto a pochi minuti dall’impatto: ricordiamo infatti i precedenti quattro casi, tutti riguardanti piccole rocce spaziali, ovvero 2008 TC3 (Sudan), 2014 AA (Oceano Atlantico), 2018 LA (Botswana) e 2019 MO (Porto Rico).