Nonno investe in retromarcia il nipotino di 2 anni: immane tragedia in una nota località turistica

La terribile tragedia familiare è avvenuta sull’isola di Favignana, facente parte delle Egadi. Il bimbo è stato investito nel cortile della sua casa.

Da Favignana giunge notizia di una terribile e involontaria tragedia familiare. Un nonno di 75 anni ha investito in retromarcia il suo piccolo nipote di quasi 2 anni (il suo compleanno ci sarebbe dovuto essere ad aprile) nel cortile di casa del figlio. L’uomo non si è accorto della presenza del bimbo alle spalle del furgone che stava conducendo. Il terribile episodio è avvenuto ieri pomeriggio poco dopo le 17.

Nonno e genitori del bimbo, figlio unico e di nome Libero, si sono immediatamente accorti dell’incidente e sono corsi in suo soccorso. Sono stati subito allertati anche i medici e gli operatori sanitari dell’isola delle Egadi. Il bimbo purtroppo non ce l’ha fatta ed è morto per le pesanti ferite registrate dopo essere stato investito per errore. Il decesso è avvenuto nel presidio ospedaliero dell’isola di Favignana.

Nonno investe il suo nipotino nel cortile di casa: terribile tragedia a Favignana

I medici, dunque, non hanno fatto in tempo a trasportare il bimbo all’ospedale più attrezzato di Trapani. Il piccolo è, purtroppo, deceduto direttamente a Favignana.

Profonda la disperazione dei genitori del bimbo e del nonno, suo malgrado colpevole della tragedia avvenuta. Il corpicino senza vita è stato subito restituito ai genitori e non verrà fatta alcuna autopsia.

Nonostante ciò, la Procura di Trapani ha già avviato le indagini sull’incidente, in modo da fare ulteriore luce su quanto accaduto nel cortile di casa dove è avvenuta la tragedia.

L’amministrazione comunale di Favignana ha espresso, attraverso le parole del sindaco Francesco Forgione, il proprio cordoglio: “Un tragico incidente ha colpito la nostra comunità. L’amministrazione comunale e l’intera cittadinanza delle Isole Egadi stringono in un abbraccio i genitori Filippo e Viviana e tutti i loro cari per la tragedia che li ha colpiti. Non dimenticheremo l’allegria, la gioia e i riccioli biondi del piccolo Libero”.