Rapisce e uccide la migliore amica per ‘rubarle’ il figlio: Voleva diventare madre a tutti i costi

rischia una pesante condanna

Una donna è accusata di aver rapito e ucciso la sua amica di infanzia per rubare il suo bambino. Tra pochi giorni sarà in tribunale per il processo a suo carico

Avrebbe ucciso senza pietà la sua amica di infanzia allo scopo di sottrarle il bambino. Per questo Magen Rose Fieramusca, 36 anni, è stata incarcerata con le accuse di omicidio capitale, manomissione di prove; a suo carico vi sono anche due capi di imputazione per rapimento e si trova dietro le sbarre sin dal dicembre 2019, quando venne arrestata per aver rapito e ucciso Heidis Broussard; in questi giorni si è tornato a parlare della donna della contea di Harris poichè giovedì mattina sarà in tribunale per il processo a suo carico e rischia una pesantissima condanna.

LEGGI ANCHE =>> Rapisce un bambino 12enne e lo violenta, poi gli spara: arrestato 43enne

Broussard è scomparsa ad Austin il 12 dicembre 2019. Una telecamera di sorveglianza l’ha catturata nella scuola di suo figlio prima che le autorità dicessero che era salita in macchina con Fieramusca. Il figlio di Broussard aveva solo poche settimane. Pochi giorni dopo il corpo della donna è stato trovato nel bagagliaio dell’auto nascosta dietro l’abitazione del fidanzato di Fieramusca, vicino al Jersey Village a Houston. Il medico legale ha accertato che la donna era stata strangolata: invece la figlia è stata trovata nell’abitazione con Fieramusca, illesa. Secondo quanto riportato negli atti del tribunale la 36enne avrebbe continuato ad insistere sostenendo che quella bambina fosse sua ma il successivo test del Dna ha confermato che non fosse così. Gli inquirenti ritengono che alla base del brutale omicidio e del duplice rapimento vi fosse una sola ragione: Fieramusca voleva un bambino a tutti i costi; avrebbe finto di essere incinta e si sarebbe persino registrata a siti web che vendono articoli per bambini. L’allora fidanzato di Broussard, Shane Carey, ha parlato di lei poche settimane dopo i fatti: “Era un’amica, non avremmo mai messo in discussione la sua amicizia, non avremmo potuto sospettarlo”.

La bimba ha compiuto 2 anni: lo straziante post

La cauzione della donna è stata fissata in 1,6 milioni di dollari e nel corso della prossima udienza si dovrebbe discutere in merito alla sua richiesta di far sopprimere alcune prove raccolte. Secondo la donna infatti le forze dell’ordine non avevano alcun motivo per perquisire il veicolo e la sua casa e quindi le prove ottenute dovrebbero essere cancellate. La piccola Margo Cary nel frattempo ha compiuto due anni e il 12 dicembre 2021 il padre ha scritto, a suo nome, sui social: “Non posso credere che siano passati due anni da quando mia madre ci è stata portata via. Sono stati due anni difficili senza Heidi ma abbiamo trovato il modo di ricordarla ogni giorno, ci manca più di quanto le parole possano descrivere”.