Viene allontanato dal personale del museo: scavalca la reception e accoltella due dipendenti

colpite due dipendenti

Un uomo di 60 anni ha sferrato un attacco brutale contro i lavoratori di un museo d’arte di New York dopo che lo avevano respinto dalla proiezione di un film d’epoca

Immagini agghiaccianti quelle diffuse dalla polizia di New York che ha acquisito il video delle telecamere a circuito chiuso del Museum of Modern Art di New York, che mostra il brutale attacco sferrato da un 60enne, Gary Cabana, contro il personale del museo. Secondo quanto emerso all’uomo era stato poco prima rifiutato l’ingresso: come riportato dal New York Post era stato respinto dalla proiezione di un film d’epoca, la commedia hollywoodiana del 1938 Bringing Up Baby con Katharine Hepburn; l’allontanamento è avvenuto intorno alle 16 ma lui poco dopo è ritornato e, come si può vedere nel filmato, ha scavalcato il banco della reception per poi avventarsi, coltello alla mano, contro due dipendenti, accoltellandoli.

LEGGI ANCHE =>> Ondata di polemiche sul museo del fascismo a Roma: proteste dell’Anpi, la Raggi blocca tutto

Lanciata una caccia all’uomo dopo l’accoltellamento

Le due vittime, entrambe donne, sono state portate d’urgenza in un vicino ospedale dove sono state curate per le molteplici coltellate ricevute nella parte superiore del corpo. L’uomo nel frattempo è fuggito e ha anche avuto il tempo di pubblicare uno strano sfogo sui social media parlando di disturbo bipolare e sostenendo che l’attacco fosse stato ‘escogitato’ dagli stessi funzionari del museo, postando una serie di frasi tra loro sconnesse e poco lucide. La NYPD lo ha identificato scoprendo che si trattava di un senzatetto. Secondo il vice commissario di polizia di New York City, i due lavoratori si riprenderanno dalle ferite ricevute. Gli ufficiali del dipartimento di polizia di New York City hanno lanciato una caccia all’uomo che non aveva precedenti penali ad eccezione di incidenti per condotta disordinata e che era familiare al personale del MoMa. All’uomo sarebbe stato detto che la sua tessera era scaduta e per questo gli è stato rifiutato l’ingresso ed è stato allontanato: lui si è arrabbiato, ha superato la reception con un salto e si è avventato sulle dipendenti.