Alligatore “cannibale”: addenta e trascina via un altro coccodrillo sul campo da golf

alligatore 'cannibale'

In Florida non è raro imbattersi in un alligatore ma quanto accaduto in un campo da golf ha dell’incredibile: un enorme esemplare ha portato via un altro coccodrillo più piccolo trascinandolo tra le buche

Giornata ad alta tensione per alcuni soci di un golf club della Florida, Stati Uniti, che si sono ritrovati a pochi metri da un gigantesco alligatore lungo almeno 4 metri con un secondo coccodrillo tra le fauci. La scena è stata ripresa da un testimone e mostra l’enorme esemplare, soprannominato Grandpappy, trascinare la ‘vittima’, lunga meno di 2 metri, tra le buche del campo da golf: il video è stato caricato sul web da Julie Marchillo Smith, che vive nella zona, ed è stata condivisa dall’Everglades Holiday Park diventando poi virale. Ma cosa ha spinto un alligatore ad attaccare un suo simile? Lo hanno spiegato gli esperti avvertendo che gli aligatori maschi possono addirittura diventare ‘cannibali’ con i propri rivali con l’avvicinarsi della stagione degli amori.

LEGGI ANCHE =>> Trova uno spaventoso alligatore nel giardino di casa: usa il bidone della spazzatura per catturarlo

Gli esperti spiegano le ragioni dello strano comportamento

La loro aggressività può addirittura portarli ad uccidere e mangiare i loro rivali più piccoli: la stagione riproduttiva inizia solamente ad aprile con la stagione degli amori intorno a maggio e giugno ma non di rado questo comportamento aggressivo può manifestarsi anche in anticipo. E un esperto del Museo di Storia Naturale della Florida ha affermato che è assolutamente normale in quanto è cosa nota che gli alligatori predatori più grandi possano attaccare gli esemplari più piccoli. “I maschi diventano molto territoriali durante la stagione degli amori e questo può portare a un’aggressività maggiore del normale nei confronti di altri alligatori maschi” ha affermato Coleman M Sheehy III. Su Facebook in molti inizialmente hanno pensato che l’alligatore gigante stesse semplicemente aiutndo l’esemplare più piccolo a spostarsi ma non è così.