Accecato dalla gelosia minaccia l’amante della moglie con fucile e roncola: poi tenta di bruciarlo vivo

è stato arrestato

Un uomo armato di fucile e di una roncola si è scagliato contro quello che pensava essere l’amante della consorte: in un’altra occasione ha tentato di dargli fuoco

Si è presentato fuori da un bar armato di una roncola e di un fucile da caccia, arma regolarmente detenuta, all’interno del quale era presente quello che riteneva essere l’amante della moglie. Accecato dalla gelosia, il protagonista dell’episodio che sarebbe potuto finire in tragedia è un 54enne bresciano che risiede a Palazzolo sull’Oglio e che, in una seconda occasione, avrebbe anche tentato di dare fuoco ad un 50enne straniere, ritenuto il rivale in amore. Nel primo caso sono stati proprio i clienti del bar ad intervenire disarmandolo prima che utilizzasse le ‘armi’ in suo possesso e chiamando subito le forze dell’ordine giunte sul posto in una manciata di minuti per identificare l’uomo al quale sono stati sequestrati roncola e fucile.

LEGGI ANCHE =>> La compagna manda un messaggio all’;amante, il fidanzato scende in strada lo aggredisce con un coltello

Il secondo episodio davanti allo stesso bar, poi l’arresto

Ma lui non ha desistito e nonostante la denuncia a piede libero da parte dei militari della stazione di Palazzolo, si è presentato nuovamente fuori dal medesimo bar. Il secondo episodio è avvenuto pochi giorni fa e in questo caso, al posto del fucile, aveva tra le mani una bottiglia riempita con la benzina ed un accendino. Il suo intento era quello di bruciare vivo il presunto amante dopo averlo cosparso di liquido infiammabile, un piano che fortunatamente non è però riuscito a concretizzare. I militari sono nuovamente intervenuti ed in questo caso è scattata una perquisizione nell’abitazione dell’uomo: altre bottiglie piene di benzina sono state trovate e sequestrate nel garage e a quel punto è scattato l’arresto, convalidato dal gip con detenzione in carcere, per detenzione di materiale esplodente.