“Il soffitto di casa può crollare da un momento all’altro”: il disperato appello di una madre di 7 figli

l appello della madre

Una donna, madre di sette figli, ha raccontato di vivere in una “trappola mortale” e di temere per l’incolumità della famiglia per le precarie condizioni del soffitto di casa che rischia di collassare

La propria casa dovrebbe costituire un luogo sicuro e nel quale sentirsi protetti ma non è così per una donna, mamma di sette figli, che ha chiesto aiuto temendo per la sicurezza della sua famiglia; spiegando di vivere in una sorta di “trappola mortale” e di sentirsi una madre terribile nel non aver altra scelta che far stare i suoi figli in questo luogo. Sonia Rowlands, del Galles del Nord, ha rivelato di vivere in uno stato di costante preoccupazione per il rischio che il soffitto del suo soggiorno possa cadere una seconda volta in cinque mesi, rischiando di collassare completamente sopra le loro teste. Sonia vive da oltre due anni nella proprietà “ammuffita e umida”, come l’ha definita la donna, a Ffordd Ysgubor Goch a Caernarfon affermando che il primo crollo si è verificato nel giugno 2020, e che allora chiese aiuto al fornitore di alloggi sociali del Galles affinchè lo riparassero. Ma pochi mesi fa si sono formate crepe e buchi e ne è derivato un secondo crollo parziale: il fornitore è intervenuto staccando diverse assi di legno.

LEGGI ANCHE =>> Pericoloso ponte di bambù a rischio crollo sul fiume infestato dai coccodrilli: attraversato da 25mila persone al giorno

Ma questo non ha ridotto le preoccupazioni della donna, che ha spiegato di vivere in uno stato di ansia costante che sta influendo sull’intera vita familiare dal momento che tutti in casa temono per il loro benessere e non possono vivere in tranquillità. “Sono due anni e mezzo che supplico il fornitore di alloggi di venire a fare una vera e propria riparazione ma ci sono ancora enormi problemi”, ha riferito a NorthWales Live. “C’è umidità in ogni stanza, ci sono crepe nel soffitto e all’esterno, le pareti e i soffitti stanno crollando; l’intera casa sta cadendo a pezzi”. Due anni fa, ha aggiunto, è stata fatta un’ispezione delle crepe spiegando che non c’erano problemi gravi ma la mattina seguente il compagno della donna si è alzato scoprendo che parte del soffitto del soggiorno era crollato.

“Non dormo più la notte, il soffitto potrebbe crollare ancora”

“Tutto quello che continuavo a pensare era che se uno dei miei figli si fosse alzato di notte per andare in bagno, avrebbe potuto ucciderli. Non dormo la notte ora perché continuo a pensare che andrò di sotto e il soffitto del mio soggiorno sarà sul pavimento. È un incubo”. Due dei suoi figli peraltro sono affetti da autismo e Sonia si ritrova a doverli controllare costantemente per evitare che si ritrovino in qualche zona pericolosa della casa. “A essere onesti, mi vergogno di questa casa e mi sento una mamma terribile nel far vivere e dormire i miei figli qui”. Un portavoce dell’azienda ha dichiarato che nel novembre 2021 sono venuti a conoscenza dei problemi della proprietà effettuando un’ispezione a dicembre, poi riprogrammata a gennaio 2022. “Da alora abbiamo eseguito lavori sul soffitto per una perdita in una tubazione ed individuato gli altri lavori necessari che saranno completati entro maggio 2022”