Nuova teoria complottista (non confermata) su Zelensky divide il web: “Non è in Ucraina, ecco la prova”

il dettaglio

Secondo i complottisti della guerra in Ucraina il presidente Zelensky non si troverebbe più nel Paese. La presunta prova sarebbe stata scoperta durante la sua visita in un ospedale

In queste ore si sta diffondendo una nuova teoria complottista riguardante non più la pandemia di Covid quanto piuttosto la guerra avviata dalla Russia in Ucraina ed il protagonista dell’ipotesi del complotto, a dire il vero l’ultima di una lunga serie anche nell’ambito del conflitto, prende di mira il presidente ucraino Zelensky. Nella fattispecie si concentra su una visita che l’ex attore oggi alla guida del paese Volodymyr Zelensky ha fatto in un ospedale. Focalizzandosi nientemeno che sulle prese di corrente presenti nel nosocomio ed in quadrate dalle telecamere nel video diffuso in seguito alla visita avvenuta lo scorso 17 marzo: ebbene secondo i complottisti le prese rappresenterebbero la prova che Zelensky non si trovi più in Ucraina bensì in Polonia.

LEGGI ANCHE =>> Guerra in Ucraina, percorso da brividi: attraversa in auto un ponte collassato nel fiume

Le prese elettriche nell’ospedale sarebbero la prova

Il motivo? le prese sembrerebbero essere di tipo E ma in Ucraina vengono utilizzate quelle di tipo C o F. Sebbene la teoria al momento non trovi alcun concreto riscontro e sia da prendere con le pinze, ha dato adito a discussioni sui social per capire se effettivamente possa esserci un fondo di verità nel ritenere che, per la sua sicurezza, il presidente ucraino possa essersi spostato in Polonia. Ma non è al momento possibile affermarlo dato che, anche se effettivamente in Polonia viene usata la presa di tipo E, andando a fare un fermoimmagine del video per poi ingrandire il dettaglio la figura diventa via via sempre più sgranata non consentendo di poter fare affermazioni certe.