“Odore raccapricciante”: cadaveri di una mamma e dei figli scoperti dentro un’auto parcheggiata

acquisite immagini delle telecamere

“I gemelli erano il suo orgoglio e la sua gioia”: una 35enne ed i due figli sono stati trovati morti all’interno di un’auto. Indagini a tutto campo per chiarire cosa sia successo

Le autorità hanno già acquisito i filmati delle telecamere di sorveglianza per capire cosa si celi dietro al ritrovamento di tre cadaveri, una madre e due bimbi, all’interno di un’automobile parcheggiata. La raccapricciante scoperta è avvenuta in un parcheggio della cittadina di Melbourne, in Florida (Usa) dopo che l’intenso odore legato alla decomposizione dei corpi oltre al fatto che il veicolo era andato completamente a fuoco ha allarmato diverse persone nel quartiere. Quando le autorità allertate dai cittadini sono giunte sul posto hanno capito cosa stesse succedendo: dentro ad un veicolo c’erano tre corpi, quello di una donna 35enne e quelli di due bambini di 3 anni, seduti sui sedili posteriori e celati dai finestrini appannati. I residenti hanno chiamato la polizia dopo essersi avvicinati a quell’auto scoprendo che il cattivo odore proveniva proprio da lì ma non riuscendo a vedere all’interno del veicolo proprio a causa dei vetri appannati.

LEGGI ANCHE =>> Cadavere di una 18enne scomparsa da 8 mesi trovato su un balcone sotto una pila di vestiti

Effettuate autopsie ed esami tossicologici

Immediatamente l’area è stata circoscritta per poter raccogliere il maggior numero di prove possibili ed è stata avviata un’indagine che dovrà chiarire cosa sia accaduto poco prima della morte delle tre persone. Non è chiaro al momento quanto tempo donna e figli abbiano trascorso all’interno del veicolo e quando sia sopraggiunto il decesso; inoltre occorre chiarirne le cause. Per tale ragione sono state effettuate tre autopsie e gli investigatori stanno attendendo i referti degli esami autoptoci nella speranza che possano fornire dettagli utili alle indagini; sono stati effettuati anche una serie di esami tossicologici per chiarire se il decesso di madre e figli sia avvenuto nello stesso momento o con tempistiche differenti. Grazie ai video invece si potrà capire quando l’auto sia stata parcheggiata e se la donna abbia avuto o meno contatti con qualcuno. Le indagini dunque al momento procedono a tutto campo: nel frattempo è intervenuto anche il padre della 35enne il quale sospetta che la droga possa essere un elemento collegato al dramma dato che la donna in passato ne avrebbe fatto uso. L’uomo ha dichiarato a Florida Today di averla sentita per l’ultima volta lo scorso 11 marzo e ha aggiunto: “I gemelli erano il suo orgoglio e la sua gioia. Tutto quello che riesco a pensare è che forse la macchina era in funzione e lei si è addormentata”.