Bimba di 7 mesi sbranata e uccisa dal cane: arrestata per omicidio la bisnonna. I motivi

i motivi dell accusa

Una 56enne è stata arrestata dopo le dimissioni dall’ospedale con l’accusa di omicidio: lei e la pronipote sono state attaccate da un cane e la piccola non ce l’ha fatta. Le ragioni dell’arresto

Una donna di 56 anni è stata accusata di omicidio della pronipote di 7 mesi, morta dopo essere stata attaccata da un cane. L’episodio è avvenuto martedì pomeriggio in un sobborgo nel blocco 3700 di Columbia Drive a Martinez, sobborgo a 10 miglia da Augusta, in Georgia (Usa) secondo quanto riferito dall’ufficio dello sceriffo della Columbia County. Gli agenti hanno risposto alla casa alle 12:15 e hanno trovato la bisnonna Migdelia Guadalupe e la bimba soccorse dai vigili del fuoco per le ferite riportate. Entrambe avevano lacerazioni multiple e ferite da morso; la bimba non respirava e i paramedici hanno effettuato la rianimazione cardiopolmonare prima di trasportarla in ospedale dove è stata dichiarata morta.

LEGGI ANCHE =>> Tragedia senza fine, bimba di soli 17 mesi sbranata dal nuovo cane di famiglia

Il cane è stato messo in quarantena

La bisnonna è stata dimessa dall’ospedale venerdì ed è stata subito arrestata per possesso di metanfetamine e omicidio di secondo grado. “Ci sono ulteriori dettagli che hanno portato a queste accuse che non verranno rilasciate in questo momento”, ha affermato Steve Morris dell’ufficio dello sceriffo della contea di Columbia. Secondo quanto emerso il cane apparterrebbe alla proprietaria dell’abitazione, (della quale la bisnonna arrestata è affittuaria) che si troverebbe in carcere ed il fratello, co-proprietario, sarebbe intervenuto. Il cane è un mix di Bulldog americani dei Grandi Pirenei come riferito dai vicini di casa ed è stato messo in quarantena per 10 giorni.