Esce in bici per allenarsi: stroncato da un malore improvviso davanti ai suoi amici

morto un uomo

Doveva essere una giornata dedicata allo sport all’aria aperta ma è finita in tragedia: un ciclista 55enne è deceduto davanti ai suoi amici in seguito ad un improvviso malore che lo ha colpito

È uscito in bicicletta, come faceva regolarmente durante i week-end, per allenarsi insieme ad alcuni amici ma a casa non è più tornato. A 55 anni è morto, stroncato da un malore, C.P., che abitava a San Polo di Piave, piccolo comune in provincia di Treviso. Secondo la ricostruzione dei fatti fornita da altri tre ciclisti presenti al momento della tragedia, il 55enne stava pedalando normalmente quando, giunto in via Distrettuale a Vazzola, ha accusato un improvviso malore che lo ha fatto finire a terra. A nulla è servito il loro tempestivo aiuto e nemmeno l’intervento dell’elisoccorso del Suem giunto in una manciata di minuti insieme ad una volante dei Carabinieri proveniente da Conegliano. IK paramedici hanno tentato tutto il possibile salvo poi doverne dichiarare il decesso, avvenuto nella mattinata di domenica 27 marzo in quella che doveva essere una giornata all’insegna dello sport.

LEGGI ANCHE =>> È stata un’esecuzione. 26enne ucciso in strada da un uomo in mascherina su una bici elettrica

Una passione per la bici che aveva fin da ragazzo

In tanti conoscevano e stimavano C., che era nato a Cimadolmo ed era l’ultimo di otto figli. Grande appassionato di bicicletta, aveva praticato ciclismo da giovane correndo nelle categorie Allievi ed Esordienti con i colori della Rinascita Ormelle. Pur lasciando in seguito l’agonismo aveva coltivato la sua passione continuando a praticare, a livello amatoriale, il ciclismo. Per dieci anni aveva lavorato in una ditta di ceramiche passando poi ad un’azienda che produce pali in acciaio ed in cemento per i vigneti ed i frutteti. Oggi la famiglia, i colleghi e gli amici appassionati di ciclismo piangono la sua prematura ed improvvisa scomparsa.