Neo sposa attaccata e ferita alla testa da una gazza il giorno prima della luna di miele

prima della luna di miele

Amanda Doyle, 36 anni, stava andando a prendere il figlio dall’asilo quando l’uccello le è piombato addosso iniziando a beccarla alla testa fino a farla sanguinare

Le gazze sono uccelli molto intelligenti e da non sottovalutare poichè in alcuni casi possono arrivare addirittura ad attaccare l’uomo. Ne sa qualcosa una neosposa di 36 anni che stava andando a prendere suo figlio all’asilo quando ha dovuto affrontarne una ritrovandosi con una brutta ferita alla testa, il tutto a poche ore dalla sua luna di miele. Amanda Doyle, mamma scozzese di due figli, è stata peraltro una delle vittime del ‘malvagio’ uccello che, stando ai racconti riportati dai media locali, avrebbe terrorizzato diverse altre persone nella cittadina. La donna ha spiegato che l’uccello si è precipitato verso di lei afferrandole la testa come se fosse un cappello: poi ha iniziato a beccare sulla sua testa in un attacco tanto bizzarro quanto terrificante nel corso del quale la 36enne è rimasta ferita.

LEGGI ANCHE =>> In volo senza sosta per 12mila chilometri: il record mondiale di un uccello

Fortunatamente il figlio Ronan di 3 anni è riuscito a scappare poco prima che il volatile tentasse di attaccare anche lui. Un passanto è poi intervenuto per aiutare la donna a scacciare la gazza: la signora Doyle, ancora sotto shock, è preoccupata per il rischio che la ferita possa generare un’infezione e inoltre l’incidente le ha rovinato la luna di miele che sarebbe dovuta iniziare poche ore dopo a Cipro. “Sembrava così malvagio, la paura era così forte che non riuscivo a muovermi – ha raccontato la donna del North Lanarkshire, che dopo l’attacco è andata all’ospedale Hairmyres per le cure – Mi si è aggrappato alla testa e mi ha beccata come un matto, mi è rimbalzato sulla schiena e sulla faccia una decina di volte, poi mi ha afferrato di nuovo la testa prima di volare via; ma è tornato è ai è avvicinato a mio figlio, prima di tornare di nuovo da me. Un uomo lo ha colpito ma l’uccello è tornato ancora, adesso ho paura che si ricorderà di me e che possa attaccarmi di nuovo, inoltre dovrò andare in luna di miele dolorante e sconvolta”.

Altre persone si sono fatte avanti: “Ha attaccato anche noi”

I medici hanno dovuto farle una puntura contro il tetano e una pulizia profonda per prevenire il rischio di infezioni o malattie. “Se quello sconosciuto non fosse intervenuto sarebbe andata peggio”. La signora ha voluto avvertire le persone di stare in allerta se si trovano a camminare nella zona di Bellshill, sulla strada per Bumblebee Nursey. E dopo il suo appello altri si sono fatti avanti affermando di essere stati attaccati dalla gazza: “Sono rimasto intrappolato in auto mentre mi inseguiva, continuava a beccare finestrino e parabrezza, è molto preoccupante sapere che stanno attaccando”