Si fingono poliziotti e violentano una 18enne, poi uccidono lei ed il fidanzato

gli stupratori si sono finti agenti

La 18enne Seyma Demir sarebbe stata stuprata e poi uccisa insieme al suo ragazzo Hasan Aydogan, 21 anni, da due guardia di sicurezza che li hanno ‘trattenuti’ dopo essersi spacciati per poliziotti

Si sono finti agenti di polizia per avere la scusa per trattenere un’adolescente ed il suo fidanzato, stuprare la ragazza e poi uccidere entrambi. L’agghiacciante tragedia arriva dalla Turchia e riguarda la 18enne Seyma Demir ed il compagno 21enne Hasan Aydogan, ammanettati da due persone che facendo finta di essere poliziotti hanno trovato un pretesto per trattenerli prima di iniziare ad abusare di lei, togliere la vita a tutti e due e gettare i loro corpi in un fiume. La polizia ha iniziato la ricerca dei due fidanzati dopo che le loro famiglie ne hanno denunciato la scomparsa, la scorsa settimana. Nel corso delle indagini un veicolo utilizzato dalla coppia sarebbe stato trovato abbandonato in un’area boschiva nel distretto di Agbayir, nella provincia turca di Kirsehir. All’interno del veicolo sono stati trovati telefoni cellulari, cappotti ed una borsa contenente gli effetti personali della 18enne.

LEGGI ANCHE =>> Rapina violenta: benzinaio minacciato con una pistola puntata alla tempia e preso a calci: Scene agghiaccianti

Dopo una soffiata, la sera del 26 marzo, le squadre di polizia hanno avviato una perquisizione sul bordo del fiume Kizilirmak, vicino al villaggio di Kortullu, a circa 25 miglia dal centro della città di Kirsehir. Durante una perlustrazione dell’area durata l’intera notte, il corpo senza vita di Seyma è stato trovato vicino al fiume e le due guardie di sicurezza sono state arrestate come sospetti. Aydogan ed Ekici avrebbero avvistato Hasan e Seyma in una zona remota dove stavano bevendo e si sono presentati alla coppia come poliziotti mostrando le loro pistole.

Uno dei due sospetti è il nipote di un sindaco

I sospetti hanno detto alla giovane coppia di essere stati “detenuti” per un motivo sconosciuto, poi hanno ammanettato entrambi mettendo le loro mani dietro la schiena, li hanno messi in macchina e li hanno portati sulla riva del fiume Kizilirmak. I sospetti, che hanno continuato a bere alcolici, avrebbero prima violentato l’adolescente e poi le hanno sparato con un solo proiettile nella parte posteriore del collo e l’hanno gettata nel fiume Kizilirmak. In seguito, avrebbero sparato e ucciso Hasan e anche gettato il suo corpo nel fiume. Le autorità ritengono che Aydogan, che avrebbe confessato di aver violentato e ucciso Demir, abbia cercato di distruggere le prove, non riuscendoci. Sefik Ekici è uno dei due uomini sospettati di omicidio e che si è dichiarato colpevole, sarebbe il nipote del sindaco di Kirsehir, Selahattin Ekicioglu.