Due giovani vite spezzate improvvisamente – le drammatiche storie che hanno sconvolto tutti

Due malori improvvisi sono stati la causa della morte del 23enne Jacopo Proietti e della 27enne Mariasofia Paparo. 

Due tragedie hanno sconvolto diverse comunità nel nostro Paese. La prima riguarda la triste fine di Jacopo Proietti, un ragazzo di 23 anni residente a Velletri. Il ragazzo è stato vittima di un malore mentre stava viaggiando in treno. L’episodio è avvenuto nel pomeriggio di sabato scorso.

Jacopo stava viaggiando su un treno regionale partito da Roma Termini e diretto a Grosseto. Quando è stato colto dal malore improvviso, il treno stava transitando presso la stazione Tuscolana. Stando a quanto rivelato dai testimoni, il ragazzo era seduto tranquillamente al suo posto e non c’erano stati segnali strani nei minuti antecedenti la tragedia. Jacopo si è accasciato improvvisamente sul sedile. Inutili i tentativi tempestivi di soccorso. Il ragazzo è morto subito dopo essere stato colto dal malore.

Jacopo Proietti era studente universitaria presso la Lumsa di Roma. Il giovane era, come detto, residente a Velletri, ma era nato in provincia di Latina. Suo padre Aristide è molto conosciuto in quella zona, essendo presidente del Monumento naturale del lago di Giulianello. Queste le parole del sindaco di Cori, amico del padre del ragazzo: “Ci stringiamo al grande dolore di Aristide Proietti, un dolore che colpisce tutti noi”.

Sul corpo di Jacopo è stata predisposta l’autopsia dall’autorità giudiziaria. Si dovranno accertare le reali cause del malore e se Jacopo avesse delle patologie pregresse sconosciute.

Due tragedie che hanno lasciato sbigottite intere comunità. La drammatica fine di Jacopo e di Mariasofia

Ma non è solo la morte di Jacopo a rattristare. Un’altra giovane vita è stata spezzata per sempre da un malore improvviso. Si tratta di Mariasofia Paparo, una ragazza di appena 27 anni di San Giorgio a Cremano, in provincia di Napoli. La ragazza è stata improvvisamente colta da un infarto.

Mariasofia era molto conosciuta, essendo una campionessa di nuoto. Nella sua attività agonistica ha conquistato diverse medaglie a livello regionale e ha fatto parte di importanti società. Ha fatto parte dello staff del Trofeo Swim4Life, valido per il Circuito Supermaster FIN, ed era tesserata per il Circolo Nautico Posillipo. Nel 2020, inoltre, la ragazza aveva partecipato alla spettacolare traversata dello stretto di Messina e anche alla traversata Capri-Napoli.

La ragazza frequentava il corso magistrale di Scienze e Tecnologie all’Università Parthenope di Napoli e si sarebbe dovuta laureare fra pochi giorni.

Questo il messaggio scritto sui social dall’Università Parthenope, in ricordo della giovane ragazza scomparsa: “È scomparsa prematuramente Mariasofia Paparo laureanda magistrale del Dipartimento di Scienze e Tecnologie e nuotatrice professionista: l’Ateneo partecipa al dolore della famiglia e di tutti i suoi amici”.

La ragazza avrebbe compiuto gli anni a breve e si sarebbe dovuta sposare nei prossimi mesi con il suo compagno Matteo, avendo già fatto la promessa di matrimonio. Una fine improvvisa che ha gettato tutti nello sconforto.