Principe Andrea, emergono altri particolari scandalosi – di cosa si tratta stavolta?

Un libro di Tina Brown – ‘The Palace Papers’ – in uscita questo mese ha rivelato altri particolari ‘hard’ sul Principe Andrea.

Si chiama ‘The Palace Papers’ e uscirà a fine aprile. Si tratta del nuovo libro di Tina Brown e non mancano altre rivelazioni bollenti sul Principe Andrea. Dopo essere finito a processo negli Stati Uniti per presunte molestie ai danni di Virginia Roberts Giuffre a aver sborsato la cifra di circa 7,5 milioni di sterline in una sorta di accordo extragiudiziale, ecco che emergono altri particolari scottanti sulla vita del Principe Andrea.

Il Duca di York, secondo figlio maschio della regina Elisabetta II e di Filippo di Edimburgo, si sarebbe chiuso in una stanza per oltre 48 ore di fila. Per fare cosa? Stando a quanto rivelato nel libro, il Principe Andrea avrebbe guardato per due giorni di fila film porno, una vera e propria maratona di scene a luci rosse. Nel libro il Duca di York viene descritto come ossessionato dalle pellicole a sfondo sessuale. L’autrice attribuisce queste parole al Principe: “È sempre stato un uomo sessuomane”.

Il Principe, ospite nel 1993 in California a Palm Springs nella tenuta di Lee Annenberg, moglie dell’ex ambasciatore degli USA nel Regno Unito, si sarebbe chiuso nella sua lussuosa camera per guardare i porno due giorni di fila.

Nel libro di Tina Brown si legge come Lee Annenberg stentava a credere ai suoi occhi sui comportamenti del Principe Andrea in occasione della sua visita nel 1993. Queste le parole presenti nel libro che avrebbe pronunciato Lee: “Si è rintanato nella sua camera da letto per due giorni apparentemente per guardare porno sulla tv via cavo”.

“Il Duca è sempre stato un uomo sessuomane”. Altre scottanti rivelazioni sul Principe Andrea emergono in un libro scritto da Tina Brown

Il Principe avrebbe alloggiato nella tenuta di Lee Annenberg circa un anno dopo la sua separazione dalla moglie Sarah Ferguson. Le anticipazioni sul libro in uscita il prossimo 26 aprile sono state rese note dal ‘Sun’ e dal ‘Daily Telegraph’.

Oltre a questa pesante rivelazione sui comportamenti del Principe Andrea, nel libro di Tina Brown emergono altri dettagli. In particolare il modo con il quale veniva etichettato il Duca da Jeffrey Epstein, l’imprenditore arrestato per abusi sessuali e traffico di minorenni e suicidatosi nel carcere di Manhattan nel 2019. Stando a quanto emerge dal libro, Epstein chiamava il Duca di York con l’appellativo di “Utile idiota”.

Il ‘Daily Telegraph’ ha anche anticipato altri dettagli presenti sul libro sul rapporto fra Andrea ed Epstein: “Con Andrea che lo introduceva, Epstein poteva negoziare accordi con individui spesso loschi”.

Continuano, dunque, gli scandali riguardanti il Principe Andrea. Scandali che mettono sempre più in cattiva luce la sua persona e imbarazzano la Regina Elisabetta. Il Duca di York continua giornalmente a conquistare le prime pagine dei tabloid scandalistici britannici. Come ne uscirà questa volta?