Codice della Strada, se commetti due volte questa infrazione sei nei guai: ecco cosa non fare assolutamente

Non rispettare il semaforo rosso può costare davvero caro. Tutto quello che c’è da sapere se commetti due volte questa infrazione.

Rispettare le norme stradali è fondamentale per la salvaguardia sia tua che di tutte le altre persone. Non bisogna mai scherzare su questa cosa. Qui vedremo che cosa si rischia nel non rispettare la fermata al semaforo rosso prima di un incrocio.

Fra le tante violazioni che tutti i giorni moltissimi automobilisti ‘distratti’ o irresponsabili commettono, ce n’è una che – se commessa – non perdona affatto. Si tratta del passaggio con il semaforo rosso a un incrocio. Oltre a mettere in pericolo la vita di molte persone in strada, commettere questa infrazione porta a pesanti sanzioni, e non solo economiche.

Infatti, stando a quanto riferito dall’articolo 142 del Codice della Strada, chi commette questa infrazione per due volte potrà essere punito – se colto sul fatto – con una sanzione di ben 665 euro e con il ritiro della patente per tre mesi. Tutto ciò se una persona commette questa infrazione per almeno due volte nel giro di due anni.

Questa è una infrazione purtroppo molto comune. Per distrazione o per altro sarà capitato a molti di non rispettare la fermata al semaforo con il rosso. Sappiate che ogni volta che non rispettate la sosta – anche nel caso in cui la strada sia completamente libera in tutte le direzioni – il rischio è sempre molto alto. La prossima volta, quindi, probabilmente ci penserete su parecchio prima di commettere tale infrazione.

Sei passato col rosso per più di una volta? Ecco cosa rischi

Si rischia sempre? Molto spesso. Infatti, oggi tale infrazione viene segnalata sempre più spesso in modo automatico. Come? Per mezzo di un dispositivo elettronico fornito di fotocellula. Tale dispositivo scatta due foto al veicolo in passaggio, la prima quando esso passa la linea di stop al semaforo e la seconda al passaggio nell’incrocio. Quest’ultima foto risulta essere quella decisiva per capire o meno chi abbia commesso l’infrazione. Tale sistema automatico è denominato T-Red.

Tutto ciò che abbiamo poco fa detto è illustrato dalla Corte di Cassazione. Passare la linea d’arresto di qualche metro, dunque, non comporta sanzioni se il veicolo non si sia già immesso nell’incrocio. La ‘fermata in ritardo’, quindi, è contestabile. Non lo è la seconda foto scattata dalla fotocellula. In questo caso dovrete pagare la somma in denaro e andrete a piedi per 90 giorni in caso di seconda infrazione nel giro di 24 mesi.

Oltrepassare semplicemente la linea d’arresto, quindi, non comporta la multa in automatico. La sanzione – se comminata – potrà essere contestata presso un giudice competente in materia o presso il prefetto.

Abbiamo chiarito tutti gli aspetti relativi al passaggio a un incrocio col semaforo rosso. Siamo sicuri che dopo aver letto queste righe, starete più attenti la prossima volta!