Vittorio Feltri, drammatico annuncio: “Ho il cancro” – come sta il giornalista?

Vittorio Feltri ha abbandonato il suo posto da consigliere comunale nel capoluogo lombardo. Il motivo? I suoi problemi di salute.

Lo scorso ottobre Vittorio Feltri era stato eletto consigliere comunale a Milano nelle file di Fratelli d’Italia. Ma la sua esperienza in politica è già terminata. E i motivi, purtroppo per lui, non sono legati a un suo ripensamento politico, bensì al peggioramento delle sue condizioni di salute.

Diverse settimane fa, il 78enne direttore editoriale del quotidiano ‘Libero’, aveva già raccontato il grave male che lo aveva colpito. Dopo aver scoperto la presenza di un nodulo nella parte sinistra del petto, a Feltri era stato diagnosticato il tumore.

Il 78enne ha deciso dopo qualche settimana di abbandonare il suo ruolo attivo nel consiglio comunale di Milano. Lo ha fatto ai microfoni del programma radiofonico ‘La Zanzara’, condotto su Radio 24 da Cruciani e Parenzo. Queste le sue brevi e lapidarie affermazioni sulla vicenda: “Mi sono dimesso per motivi di salute, perché ho un cancro”.

A succedere a Feltri come consigliere comunale sarà Enrico Marcora.

Il direttore di ‘Libero’ aveva già informato di essere stato sottoposto a un’operazione il primo marzo scorso.

“Mi sono dimesso per motivi di salute”. Feltri lascia il suo ruolo da consigliere comunale a Milano

Vittorio Feltri, come detto, aveva già parlato nei mesi scorsi della sua malattia. Lo aveva fatto attraverso un editoriale pubblicato sul suo quotidiano ‘Libero’. In quell’occasione si era rivolto al cantante Fedez, dopo che anche lui aveva rivelato di essere affetto da una malattia, la demielinizzazione.

Questo il contenuto principale di quell’editoriale in cui Feltri annunciava il suo tumore e dava la forza anche a Fedez: “Caro Fedez ho letto dei tuoi problemi di salute, ne sono dispiaciuto e spero si risolvano presto. Sei un giovane di talento, hai una bella famiglia e comprendo il tuo stato d’animo di fronte alla malattia. Tutti siamo preoccupati della integrità del nostro corpo e tentiamo di tenerlo in forma per vivere sereni. Ti ho seguito con simpatia anche se condivido un decimo delle tue esternazioni. Ciò non mi impedisce di avere simpatia per te, per cui sento di confidarmi su un tema che ci accomuna. Quello della salute perduta”.

E ancora: “Io ho 78 anni, non ho mai avuto disturbi. Ma l’ultima verifica con la tac, metodo di contrasto dalla testa ai piedi, mi ha riservato una sorpresa spiacevole. Referto: nodulo al petto, parte sinistra (la sinistra mi è sempre stata sulle palle)”.

Oltre al peggioramento delle sue condizioni di salute, Feltri lascia il suo ruolo da consigliere comunale di Milano anche per una sua poca propensione al ruolo di politico. Il direttore di ‘Libero aveva già detto di “non averci capito niente” e di “non provare alcuna emozione”. E ancora: “La mia unica missione è quella di portare voti a Giorgia Meloni”.