Otto morti misteriose col conto in banca svuotato: l’ombra di un serial killer sulla comunità gay

Nei Paesi Baschi otto morti misteriose ed apparentemente slegate tra loro, stanno preoccupando l’opinione pubblica spagnola e non solo. Che ci sia un serial killer dietro gli appuntamenti infelici?

Sono giorni di tensione nei Paesi Bachi, non è ancora chiaro infatti se le otto morti misteriose di questi mesi siano il frutto di un disegno scellerato di un anonimo serial killer spagnolo. Ma facciamo un passo indietro e ripercorriamo, brevemente, la vicenda dal suo inizio. E’ possibile scorgere, infatti, uno schema di base che legherebbe tutti i decessi tra loro, lo stesso che ha rappresentato un indizio da non sottovalutare per la Ertzaintza.

Otto morti a Bilbao
Fonte: Canva

Il corpo di polizia autonomo basco, Ertzaintza, è da mesi impegnato in un’indagine estremamente intricata. Come riportato dal giornale spagnolo ‘Naiz’, le vittime di Bilbao sarebbero tutti uomini omosessuali. Le autorità locali stavano già investigando su quattro di questi decessi che, pur sembrando morti naturali, non avevano convinto del tutto gli inquirenti. Con le altre quattro morti accertate al momento, l’Ertzaintza ha intrapreso sin da subito la pista criminale. Si tratta di troppe morti sospette per non essere collegate tra loro.

Al momento sono poche le certezze al riguardo. Tuttavia, la somiglia tra i casi non lascia dubbi ad altre interpretazioni. Già dai primi decessi era emerso come tutte e quattro le vittime avessero usato app di incontri gay, da quelle è stato possibile arrivare ad una prima ricostruzione dei fatti. Nell’articolo del ‘Naiz’, si legge ancora che i quattro uomini sarebbero morti a causa di un’intossicazione alimentare, indotta dall’utilizzo di sostanze che ne hanno facilitato il decesso apparentemente naturale.

La loro morte, però, qui si complica: i loro conti bancari sarebbero stati svuotati dopo gli incontri. Inoltre, in alcuni casi, le vittime abitavano molto vicine tra loro, ad Alde Zaharra de Bilbao. E alcuni decessi sono stati anche molto ravvicinati nel tempo, con tre di loro in soli due mesi, lo scorso autunno. L’ultimo caso noto alla polizia si è verificato nell’ottobre 2021.

Ultima cena

E’ molto probabile quindi che le otto vittime siano state contattate tramite l’app di incontri, rivelatasi fatale. Il giorno dell’appuntamento, infatti, il presunto serial killer avrebbe avvelenato i proprio accompagnatori per poter asciugare i loro conti bancari. Tracce di ecstasy liquida o GHB sarebbero state già trovate in uno dei campioni di sangue congelato ed analizzato, dopo l’autopsia, su una delle prime quattro vittime.

Vittime adescate con un'app di incontri
Fonte: Canva

Al momento non c’è un’indagato ufficiale per le otto morti, tuttavia l’Ertzaintza conta di sbloccare la situazione tenendo sotto controllo il principale sospettato che prima di arrivare a Bilbao, si sarebbe sposato a Madrid e in tutta la regione iberica di Levante. Le autorità locali, per il momento però, stanno investigando principalmente sempre sui primi quattro decessi, divenuti anche oggetto di indagine giudiziaria.

Per gli altri quattro, invece, si dovrà attendere, anche se rientrano appieno tra le indagini interne svolte dalla polizia. Il Dipartimento di Sicurezza di Lakua, infatti, resta in attesa di elementi che confermino o meno il collegamento tra le otto morti. In quel caso, l’Ertzaintza si troverebbe ad indagare su un serial killer.