Aiuti del governo per le bollette: puoi chiedere rimborso per quelle già pagate

Una delle novità più interessanti introdotte con il Decreto aiuti è il rinnovo del taglio delle bollette che diventa retroattivo, ovvero andrà ad interessare anche quelle già pagate. Vediamo come

Il governo lo ha introdotto nei giorni scorsi affinandolo con un ulteriore Consiglio dei Ministri per aggiungere alcune modifiche o ampliare la platea dei beneficiari. Stiamo parlando del Decreto Aiuti, la nuova misura messa in campo da Draghi e dalla maggioranza per far fronte agli effetti economici che la guerra in Ucraina ha causato anche al nostro Paese.

Bolletta
Decreto Aiuti, bonus retroattivo per le bollette (Fonte Facebook)

Un’economia già messa a dura prova dalla pandemia di Covid e che si ritrova ora a boccheggiare di fronte alle novità negative che giorno dopo giorno le azioni di Putin portano con sè. Il rischio concreto è quello di avvicinare il Belpaese alla recessione, ma il premier è seriamente intenzionato ad evitare che ciò avvenga ed anzi a spingere per contrastare il declino economico con una decisa ripresa.

E per farlo ha introdotto nuove misure che riguardano milioni di italiani, tra le quali anche il rinnovo del taglio delle bollette e del bonus sociale; la novità è che questo beneficio economico diventa retroattivo, ovvero eventuali pagamenti di somme eccedenti di precedenti bollette verranno compensati automaticamente in una di quelle emesse prossimamente, purchè venga presentata l’Isee e si rientri nei parametri economici richiesti per poter beneficiare di tale bonus.

Il Decreto Aiuti, quante risorse stanziate e cosa prevede

I sostegni per famiglie e imprese introdotti con questo Decreto sono molteplici e hanno la finalità di contrastare l’incremento dei costi di energia elettrica e delle bollette. Già da diversi mesi era stato applicato ad un gran numero di famiglie il bonus bollette (o bonus sociale) ed il nuovo Decreto lo ha prorogato per altri tre mesi, ovvero fino a settembre 2022. Ed il fatto che sia retroattivo consentirà di ricevere il bonus anche sulle mensilità precedenti: il ‘vincolo’ è il tetto Isee, passato da 8.265 a 12.000 euro.

Sarà l’ARERA a determinare chi avrà diritto a questo sostegno, anche in base alle risorse messe in campo per l’anno in corso. Il Decreto prevede, nella fattispecie, un fondo aggiuntivo che va ad aggiungersi alle risorse stanziate nei mesi scorsi. E che prevede ben 6 miliardi di euro da destinare ad un bonus di 200 euro, una tantum, erogato a dipendenti, pensionati e probabilmente anche autonomi e stagionali.

Importanti novità per gli italiani
Approvata la Strategia nazionale contro la povertà energetica (Fonte Pixabay)

Cosa significa Bonus Bollette retroattivo

Lo sconto, nei fatti, tiene conto della soglia Isee anche per i mesi precedenti l’entrata in vigore del Decreto Aiuti. Chi ad oggi non ha presentato un Isee aggiornato ha ancora la possibilità di farlo, ed in questo modo beneficiare del bonus bollette applicabile sin dal mese di gennaio.

Riceveranno un rimborso direttamente in bolletta, in quelle emesse nei prossimi mesi. Lo sconto può in realtà essere ricevuto sia tramite compensazione, in base all’importo già pagato in precedenza oppure tramite rimborso qualoa la compensazione non sia possibile. O ancora mediante ricalcolo delle bollette, qualora non siano state ancora saldate quelle da gennaio 2022 in poi.