“Se muoio in circostanze misteriose….”: il preoccupante messaggio di Elon Musk

Elon Musk sa sempre come far parlare di sè e questa volta ha con ironia replicato ad una vera e propria minaccia piovuta nei suoi confronti da parte del direttore dell’Agenzia Spaziale russa Roscomos

Un botta e risposta tra la Russia ed Elon Musk. È quanto accaduto nelle ultime ore, sviluppandosi su Twitter con un epilogo, la replica dell’uomo più ricco del momento nonchè neo proprietario del social dei cinguetti, postata proprio su questa piattaforma. Una breve frase nella quale Musk ha deciso di rispondere con una sorta di messaggio ironico alle minacce che il direttore dell’Agenzia spaziale russa Roscosmos, Dmitry Rogozin, gli ha rivolto nelle scorse ore.

Ironia o preoccupazione?
Il botta e risposta tra Elon Musk e Dmitry Rogozin (Fonte Dagospia)

Dodici parole in tutto postate alle 2:51 del 9 maggio e che una dozzina di ore più tardi hanno ottenuto 1,2 milioni di mi piace, 134mila retweet e 31.500 tweet di citazione da parte dei suoi follower. Ma che cosa è successo? Tutto era cominciato con le dichiarazioni di Rogozin il quale sosteneva che il sistema satellitare Starlink verrebbe utilizzato dal Battaglione Azov che si trova asserragliato nella città ucraina di Mariupol. Aggiungendo che stando alle informazioni russe sarebbe stato loro consegnato dal Pentagono.

Il botta e risposta tra Elon Musk e Dmitry Rogozin

Ma non è finita qui perchè Rogozin si è in seguito rivolto direttamente ad Elon Musk, dicendogli senza troppi giri di parole: “Elon Musk è coinvolto nel supporto delle truppe fasciste in Ucraina. E per questo la pagherai, anche se giochi a fare lo scemo…”.

Poche ore dopo è arrivata la replica del miliardario il quale, a mezzo Twitter, ha scritto: “Se muoio in circostanze misteriose è stato bello conoscervi”, scatenando gli utenti che hanno postato decine di migliaia di messaggi in suo supporto, tanto da spingerlo, poche ore più tardi, ad aggiungere un altro messaggio ‘ironico’. “Grazie per la benedizione, ma sono d’accordo con l’andare all’inferno, se questa è davvero la mia destinazione, dal momento che la stragrande maggioranza di tutti gli umani mai nati sarà lì”, ha sottolineato.

I motivi della decisione
Il ceo di Tesla ha lasciato un messaggio su Twitter (Fonte Twitter Elon Musk)

Cos’è il sistema Starlink

Che il sistema satellitare Starlink sia stato inviato in Ucraina è cosa certa in quanto è stato Musk stesso ad annunciarlo via Twitter nelle scorse settimane, rispondendo ad una specifica richiesta di aiuto da parte del Paese che sta facendo i conti con l’invasione russa. E a più riprese il governo ucraino lo aveva ringraziato per il gesto, oltre che per aver attivato i suoi servizi di rete che consentono, anche laddove la rete telefonica ed internet è andata distrutta a causa dei bombardamenti, le comunicazioni.

Si tratta di una rete ancora in fase sperimentale il cui scopo è di portare internet a banda larga anche dove il segnale delle tradizionali antenne non arriva o è molto scarso. In precedenza Musk era arrivato addirittura a sfidare Putin in un corpo a corpo, allo scopo di fermare la guerra in Ucraina. “Un consiglio. Non misurare la tua forza con quella di Putin. Vladimir Vladimirovich potrebbe sembrare antisportivo battendoti a morte. Tu, un avversario molto più debole” aveva replicato il leader ceceno Kadirov alle parole del miliardario.