Tragedia nel mondo dello sport tricolore: era stato campione iridato – aveva soli 25 anni

Il mondo dello sport piange la prematura e drammatica scomparsa di Riccardo Passarotto, ex campione del mondo di pattinaggio in linea.

Dopo una carriera eccezionale che l’aveva portato in giovanissima età a diventare campione del mondo di pattinaggio in linea, Riccardo Passarotto, 25 anni, aveva deciso di affiancare ai pattini l’attività di peparatore atletico e body builder nella sua Rovigo, città in cui viveva insieme alla compagna Giulia.

Ieri sera l’ex iridato stava viaggiando sul proprio mezzo a due ruote quando, per cause ancora al vaglio delle autorità, ha perso il controllo della moto e si è andato a schiantare contro una centralina in cemento dell’Enel. I soccorsi sono stati chiamati poco dopo l’incidente e in breve tempo Riccardo Passarotto è stato intubato e portato in ospedale. I medici hanno fatto il possibile per salvargli la vita, ma istanti dopo il ricovero il 25enne è morto.

Morto Riccardo Passarotto, l’ex iridato aveva conquistato qualsiasi trofeo in giovanissima età

Nato e cresciuto a Rovigo, Riccardo Passarotto si era appassionato al pattinaggio in linea sin da bambino ed aveva imparato a pattinare nella prestigiosa Club Rovigo. Proprio nella società che ancora oggi rappresenta un’eccellenza nazionale nello skating, Passarotto aveva conquistato diverse medaglie nei campionati italiani, in quelli europei e nel 2015 aveva anche conquistato il titolo mondiale di specialità a Taiwan.

Conosciuto, stimato e amato da tutti nella sua città di nascita, Riccardo aveva intrapreso da qualche tempo la professione del preparatore atletico ed era diventato body builder. La sua scomparsa lascia un profondo dolore in familiari, amici, nella sua compagna e in tutti quelli che avevano avuto modo di conoscerlo e ammirarlo in questi anni.

Numerosi, infatti, sono i messaggi di cordoglio giunti a partire da questa mattina sulla pagina Facebook del ragazzo e sulla pagina della città Rovigo Centro. Il pensiero di tutti si rivolge in questo momento di forte e profondo dolore alla famiglia del ragazzo: “Condoglianze alla famiglia….non ci sono parole che possano colmare il dolore per la perdita di un figlio, soprattutto se giovane”.

C’è anche chi segnala di aver visto cosa è accaduto ieri sera e di aver capito immediatamente che si trattava di qualcosa di grave: “Dalle finestre di casa mia ho visto che era successo l’incidente.Che dispiacere…Ogni tanto vado alla finestra a dirgli una preghiera.Condoglianze alla sua famiglia”.

C’è anche chi preferisce condividere un ricordo di Riccardo, permettendo a chi lo aveva visto solo correre di conoscerne in parte la personalità: “Ciao Richi dolce e bellissimo angelo avevi sempre una parola dolce x tutti e quel sorriso e quella tua risata non la dimenticherò mai sei nel nostro cuore x sempre ciaò tesorino”.