Bollette della luce alle stelle? Ecco 4 consigli per tagliare i costi

Il caro luce sta mettendo in difficoltà moltissime famiglie italiane, che dall’inizio del 2022 devono fare i conti con bollette salatissime. Non sono pochi coloro che faticano ad arrivare alla fine del mese e l’obiettivo numero uno in questo periodo è proprio quello di tagliare il più possibile i costi. Vediamo allora insieme come riuscirci, scegliendo l’offerta più conveniente e riducendo i consumi di energia elettrica in casa con i consigli di Segugio.it.

#1 Cambiare offerta luce casa

Il primo passo da compiere per evitare di spendere cifre esagerate per l’energia elettrica è sicuramente quello di cambiare fornitore oppure passare ad un’offerta più vantaggiosa. Quello che in molti non sanno, ad esempio, è che rimanere nel regime di maggior tutela significa inevitabilmente trovarsi con bollette più salate. Conviene dunque passare al Mercato Libero e confrontare le migliori offerte luce casa. Così facendo, si riesce ad identificare in poco tempo l’opzione più vantaggiosa e si possono risparmiare parecchi soldi, con offerte anche a prezzo bloccato per un determinato periodo di tempo (12 o 24 mesi).

#2 Ottimizzare i consumi del condizionatore

Adesso che le temperature si sono alzate, è fondamentale cercare di ottimizzare i consumi del condizionatore. In molti casi, infatti, non si può fare a meno di un sistema di raffrescamento dell’aria, ma se utilizzato nel modo sbagliato questo può portare ad una vera e propria impennata delle spese in bolletta. Innanzitutto, dunque, è importante impostare la temperatura obiettivo corretta: questa dovrebbe essere inferiore di massimo 7-8°C rispetto a quella esterna. Scendendo al di sotto di tale soglia si va incontro ad un’impennata dei consumi, che si paga a caro prezzo.

Sempre per quanto riguarda il condizionatore, non tutti sanno che si può ottenere un miglior comfort abitativo anche solo impostando la funzione “deumidificazione”. Questa consente di ridurre la temperatura in casa fino a 3°C e consuma decisamente meno.

Naturalmente poi, bisogna ricordarsi di chiudere tutti gli infissi quando si accende il condizionatore, altrimenti quest’ultimo dovrà lavorare molto di più per raggiungere la temperatura obiettivo.

#3 Sostituire gli elettrodomestici a bassa efficienza

Per alleggerire le bollette della luce è importante anche preoccuparsi dell’efficienza energetica degli elettrodomestici che si utilizzano quotidianamente in casa. Se questi sono datati e hanno prestazioni energetiche molto basse, i consumi aumentano in modo vertiginoso. È vero che acquistare un nuovo elettrodomestico comporta una certa spesa, ma è altrettanto vero che questa si riesce ad ammortizzare in breve tempo proprio grazie al risparmio in bolletta. Vale dunque la pena prendere in considerazione anche questo aspetto e sostituire gli elettrodomestici più datati con modelli ad alta efficienza energetica.

#4 Evitare di lasciare i dispositivi elettronici in standby

Infine, è importante evitare di lasciare i dispositivi elettronici che si hanno in casa in standby. Anche se i consumi sono piuttosto ridotto in tal caso, sommando tutti i dispositivi si va ad incidere in modo significativo sulla spesa annua per la luce. Sarebbe dunque meglio spegnere completamente PC, televisore, stampanti e via dicendo onde evitare un’ulteriore impennata dei costi in bolletta. Si tratta di piccoli dettagli che però fanno la differenza.