Windows, svolta storica: milioni di utenti rimarranno senza browser – ecco quali

Svolta storica per Windows e tutti i possessori di pc con l’OS di Microsoft: a breve milioni di utenti si ritroveranno senza browser.

Windows è il sistema operativo che ha segnato una svolta storica nel mondo dei personal computer. Il layout con le finestre a schermo, infatti, ha permesso a milioni di persone digiune di nozioni di informatica di poter utilizzare il pc comodamente a casa senza dover perdere tempo per avviare i programmi e le funzionalità.

Prima di Windows, ed in realtà anche con i primi modelli del sistema operativo di Microsoft, era necessario passare dal Dos per avviare qualsiasi funzionalità del computer. Un funzionamento che risultava complicato e macchinoso e che teneva lontani dal mondo pc tutte quelle persone che non avevano voglia di imparare i codici o il funzionamento di quel sistema operativo.

L’altro grande vantaggio offerto da Windows rispetto alla concorrenza è stata la decisione di lasciare che fosse un sistema aperto, ovvero nel quale potevano funzionare senza problema anche le app di terze parti. La facilità di utilizzo e la complementarietà con tutti i software sul mercato, hanno determinato la diffusione su larga scala dei sistemi operativi Microsoft fino alla quasi totale egemonia di mercato.

Windows toglie Internet Explorer: milioni di utenti rimarranno senza il browser

Il sistema open source di Windows non ha permesso a Microsoft di imporre sul mercato anche il proprio browser proprietario. Qualsiasi pc che utilizzi il sistema operativo della casa di Redmond ha di default installato Internet Explorer, ma con il passare del tempo gli utenti hanno cominciato a preferirgli altri browser. La mazzata definitiva al prodotto Microsoft l’ha data Google, con quel Chrome che ormai da oltre un decennio è il motore di ricerca di riferimento per tutti i possessori di pc e smartphone android.

Al fine di contrastare lo strapotere di Google, l’azienda americana ha sviluppato anche un secondo motore di ricerca – Microsoft Edge – anche questo inserito di default con l’istallazione di Windows. Adesso il collosso tecnologico ha deciso di spingere la sua ultima creatura e di cancellare una volta per tutte Internet Explorer. L’addio al vecchio motore di ricerca avverrà il 15 giugno 2022, su tutti i quei pc che possiedono un sistema operativo che va da Windows 10 versione 20h2 in poi.

Insomma l’abbandono del supporto al motore di ricerca non avverrà per tutti coloro che fanno girare sul proprio pc le precedenti versioni di Windows. Per tutti gli altri sarà necessario il passaggio ad Edge. Per chi volesse comunque continuare ad utilizzare Explorer, nel nuovo motore di ricerca c’è la possibilità di selezionare la modalità Explorer, con la quale ripristinare tutti i siti e le pagine web com’erano prima del cambio. Per farlo vi basta cliccare con il pulsante destro sull’icona di Edge, quindi selezionare “impostazioni e altro” e da qui selezionare la voce “Continua con il browser di default”.