Tanti auguri La Toya Jackson! Come sta e che fa oggi la sorella del Re del Pop?

Spegne oggi 66 candeline La Toya Jackson, sorella del rimpianto Michael Jackson. Insieme al Re del Pop e alla sua famiglia, La Toya ha iniziato la sua carriera nel mondo della musica. Tuttavia, la sua vita privata, è stata molto turbolenta, tutto a causa di un uomo che le ha rovinato l’esistenza.

Sembra che il tempo per La Toya Jackson non sia mai passato e che il suo compleanno oggi non sia la dimostrazione del tempo che passa – 66 anni per la precisione – piuttosto dell’immortalità che la avvolge, anche se lo stesso naso alla Peter Pan del fratello Michael, lascia intendere che anche la cantautrice si sia sottoposta a qualche intervento di chirurgia estetica.

La Toya oggi
Fonte: Instagram @latoyajackson

La Toya Jackson, sorella del rimpianto Michael Jackson, insieme al re del Pop e alla sua famiglia, ha iniziato la sua carriera nel mondo della musica. Il patriarca della famiglia Jackson, Joseph, ebbe l’intuizione di fondare “The Jackson 5” alla fine degli anni Sessanta. Furono una delle prime band afroamericane a collezionare un consenso internazionale, piazzando addirittura consecutivamente quattro dei loro singoli alla posizione numero uno della classifica Billboard.

Insomma, fu un successo straordinario che lanciò anche le carriere da soliste di Michael, Janet e La Toya. Tuttavia, la sua vita privata, è stata molto turbolenta e tutto a causa di un uomo che le ha rovinato l’esistenza, facendola anche allontanare dalla famiglia, già di per sé ricca di contraddizioni e punti oscuri e poco felici.

La Toya Jackson: vittima di un uomo che la manipolò per anni

Siamo negli Ottanta, La Toya, abbandonata l’immagine di giovane ragazzina di grandi speranze, si trasferisce a New York e nel 1980 pubblica il suo primo album, “La Toya Jackson”, cominciando anche lei a crearsi un suo nome ed una sua identità all’interno del panorama musicale internazionale, sfornando hit di successo per tutti gli anni Ottanta, nel 1987, però, accade qualcosa che stravolgerà per sempre la vita di La Toya.

La Toya da giovane
Fonte: Instagram @janet.tvr

Nel 1987 Joseph Jackson, manager della figlia, assunse Jack Gordon che solo due anni dopo, nel 1989, sposò La Toya. Tuttavia, in poco tempo, la cantante abbandonò il suo aspetto più garbato ed elegante, per abbracciare uno stile più sessualmente esplicito e provocante.

Da quel momento, la sua famiglia si allontanò da La Toya, soprattutto la madre che mal digeriva la deriva appariscente della figlia, finita anche tre volte sulla copertina di Playboy e che le costò anche l’espulsione dai testimoni di Geova. Per i Jacksons, non c’erano dubbi; Gordon stava manipolando La Toya e questo divenne evidente quando la cantautrice pubblicò un’autobiografia abbastanza dura nei confronti della famiglia, specialmente il padre fu accusato di abusi sessuali quando non era altro che una bambina.

Ma non solo. Quando Michael Jacskon finì al centro della bufera mediatica per molestie sui minori, La Toya disse fermamente di credere alle accuse rivolte al fratello. Solo nel 1996 la cantante aprì gli occhi, quando scoprì che il marito aveva accettato per lei un ruolo per un film a luci rosse. Divorziò così da Gordon e lo denunciò per violenza domestica; solo allora La Toya si è riconciliata con tutti i Jackon, ritrattando anche tutte le posizioni accusatorie contro il Re del Pop, dichiarando di essere stata costretta a farlo marito che la minacciava.

Ora la cantante è serena e ha partecipato a diversi programmi televisivi come il Grande Fratello Vip UK nel 2009 e, più recentemente nel 2018, la versione VIP del reality “Worst Cooks”, vincendo. E ancora, nel febbraio 2019, la Toya si è esibita nella versione statunintense de “Il Cantante mascherato” come l’alieno.