Meghan Markle vuole contattare papà Thomas dopo 4 anni: il motivo è molto serio

Non sono ore facili per Meghan Markle: a pochi giorni dai festeggiamenti del Giubileo della Regina deve fare i conti con un grave problema di salute che riguarda un membro della sua famiglia

Un grave problema di salute rischia di intaccare la gioia per il Giubileo di Platino della Regina Elisabetta. La notizia è arrivata come un fulmine a ciel sereno e riguarda una persona in passato molto vicina a Meghan Markle ma col tempo allontanatasi sempre di più tanto che oggi i due non si parlano e non hanno alcun rapporto. Stiamo parlando del padre Thomas colpito da un ictus che ne ha richiesto l’immediato ricovero in ospedale.

La preoccupazione di Meghan
Il padre di Meghan Markle colpito da un ictus (Fonte Facebook)

Con il padre la moglie di Harry non parla da ben quattro anni ma questa situazione potrebbe cambiare le cose. Pochi giorni dopo l’ictus Thomas Markle ha lasciato l’ospedale e stando alle rivelazioni del Daily Mail che segue le vicissitudini di Thomas ed i suoi rapporti con la figlia da molto tempo, questa situazione potrebbe portarli, dopo tanti anni lontani, a riappacificarsi o per lo meno a tentare di farlo.

Il padre di Meghan Markle colpito da un ictus

Nelle scorse settimane Thomas Markle aveva espresso la sua intenzione di raggiungere il Regno Unito in occasione dei festeggiamenti di Sua Maestà, una decisione per molti ritenuta fuori luogo, ma l’ictus che lo ha colpito potrebbe aver inevitabilmente modificato i suoi piani. Anche perchè occorrerà capire se vi saranno strascichi negativi, in quanto gli ha tolto la capacità di parlare e occorrerà capire se sarà in grado di riprendere a farlo.

Dopo la sua uscita dall’ospedale Thomas ha scritto infatti il seguente messaggio su una lavagna: “Sono stato profondamente commosso dai messaggi amorevoli che ho ricevuto da tutto il mondo. Non posso parlare in questo momento, ma sto lavorando sodo e ringrazierò adeguatamente le persone quando potrò. Volevo venire a rendere omaggio alla regina. Le auguro un felice Giubileo e molti altri anni”.

Meghan continua a pensare al padre

Il grave ictus è stato causato da un coagulo di sangue sul lato destro del cervello del signor Markle. Sarebbe stato portato in un ospedale a San Diego, a tre ore di auto da Meghan ed Harry. Se le sue condizioni fossero peggiorate, la stessa presenza di Meghan alle celebrazioni del Queen’s Platiun Jubilee avrebbe potuto essere messa in discussione. Lei, il marito ed i figli raggiungeranno il Regno Unito nel corso della settimana ma a quanto pare Meghan starebbe pensando costantemente al padre e vorrebbe mettersi in contatto con lui. Una fonte ha dichiarato: “Nonostante il loro allontanamento, Meghan è preoccupata.

Vuole sapere se c’è un modo per contattare suo padre in privato, senza che altri familiari lo sappiano o debbano essere coinvolti”. Si dice che Meghan sia preoccupata perchè contattare suo padre significherà dover comunicare con i suoi fratellastri Thomas Jr, 55 anni, e Samantha. Sam, 57 anni, che ha avviato una causa legale per diffamazione contro Meghan, è rimasto a casa in Florida ma potrebbe presto raggiungere il padre mentre Thomas Jr sarebbe stato in ospedale con lui.

Ha annunciato l'intenzione di raggiungere l'Uk
Colpito da un ictus, è uscito da poco dall’ospedale (Fonte Facebook)

Meghan vuole contattarlo in privato, i motivi

“Se può contattare il papà, vuole che sia totalmente privato. Non riguarderà Netflix, non riguarderà nessuna fotografia e non dovrà comportare nessuna soffiata ai paparazzi”, ha proseguito la fonte. Insomma un contatto lontani dai riflettori e da qualsiasi intromissione familiare o mediatica per provare a trovare con il papà un punto di incontro. La relazione di Meghan con suo padre è crollata dopo che ha posato per le foto dei paparazzi prima del suo matrimonio nel 2018. Riusciranno a riconciliarsi?