Lo acquista per pochi euro, poi l’incredibile scoperta – non immaginereste mai il valore di questo vaso

Un vaso acquistato per poche centinaia di sterline si è rivelato essere una ‘reliquia’ incredibilmente rara realizzata dall’imperatore della Cina. Il prezzo di vendita all’asta è stratosferico

Ritrovarsi con un vero e proprio tesoro in casa senza neanche saperlo. È quanto accaduto ad una persona di nazionalità inglese che in passato acquistò per poche sterline un vaso, allo scopo di abbellire la sua cucina. Il proprietario ha tenuto il vaso in questo locale per diversi anni senza avere la benché minima idea di che cosa avesse tra le mani.

Vaso cinese dal valore astronomico (Fonte Dreweatt)

L’oggetto è stato acquistato negli anni ’80 da un chirurgo inglese il quale lo ha poi tramandato al figlio, inconsapevole del valore e della storia di questo vaso. Solo per puro caso, quando uno specialista di antiquariato in visita ha visto l’oggetto si è reso conto che si trattava di qualcosa di ben più importante di un semplice soprammobile, fornendone anche una stima economica, di circa 150mila sterline. Da quel momento si è deciso di venderlo all’asta e da quel momento le cose sono andate ben diversamente da quanto ci si potesse aspettare.

Vaso comprato per poche centinaia di sterline, ma è rarissimo

Questo vaso si è infatti scoperto essere un’antica reliquia incredibilmente rara di 250 anni fa, realizzata appositamente per l’allora imperatore della Cina. Un oggetto assolutamente incredibile nella sua bellezza estetica, realizzato sui toni del blu e dell’oro, che ha innescato una vera e propria guerra di offerte al rialzo. Non appena l’audizione si è aperta infatti il valore iniziale ha iniziato a crescere a vista d’occhio e ci è voluto un bel pò prima che si potesse battere il martelletto sul tavolo per dichiarare conclusa l’asta. Il vaso è stato infine venduto per 1.449.000 sterline, stabilendo un vero e proprio record per la casa d’aste Dreweatts.

Il racconto dei testimoni presenti all’asta

“L’atmosfera era elettrica – ha raccontato uno spettatore presente all’asta – Le offerte via telefono continuavano ad arrivare, è stato pazzesco”. Commentando lo straordinario risultato, Mark Newstead, Specialist Consultant presso Dreweatts for Asian Ceramics and Works of Art, ha dichiarato: “Siamo lieti di questo risultato eccezionale. Abbiamo riscontrato un interesse diffuso da Cina, Hong Kong, America e Regno Unito, che si è tradotto in offerte molto competitive. Il risultato mostra l’elevata richiesta della migliore porcellana prodotta al mondo. Un risultato favoloso e abbiamo il privilegio di averlo venduto a Dreweatts”.

Perché il vaso vale così tanto

Creato per la corte dell’imperatore Qianlong, il vaso è alto due piedi e porta il segno distintivo di sei caratteri del periodo Qianlong tra il 1736 e il 1795 sulla sua base. È uno straordinario esempio di porcellana Qianlong imperiale ed è significativo per le sue tecniche di smaltatura estremamente insolite, con una sorprendente tavolozza di oro e argento su uno sfondo blu vivido. Conosciuto come il “vaso del globo celeste”, il nome di questa forma di vaso in cinese è ‘Tianqiuping’, che significa ‘vaso globo celeste’, che allude all’iconografia cinese, dove il cielo è rappresentato come una sfera. Questo spiega la grande forma del vaso, che fa riferimento al cielo.

Gli esperti affermano che è “estremamente raro” vedere vasi blu dipinti sia in doratura che in argento leggermente rialzato, ritenuto dovuto al fatto che il mezzo è difficile da controllare. L’eccezionale qualità, le dimensioni monumentali e la presenza imponente di questo vaso, così come la sua decorazione fine e di buon auspicio, lo avrebbero reso adatto a un’esposizione prominente in una delle sale del palazzo Qing. Nessun’altra porcellana
decorata con lo stesso soggetto in oro e argento sembra essere mai stata documentata.