Papa Francesco pensa al suo ritiro? Clamorose indiscrezioni in vista del concistoro di fine agosto

Dopo gli ultimi problemi di salute di Papa Francesco, si fanno sempre più insistenti le voci attorno al suo ritiro a quasi dieci di Pontificato. Ma come stanno realmente le cose e come sta ora il Santo Padre?

Non sono stati per nulla mesi semplici per Papa Francesco. Il Pontefice, infatti, ha avuto diversi problemi di salute legati al suo ginocchio, tanto da costringerlo ad usare la sedia a rotelle per spostarsi durante i suoi incontri pubblici e privati. Il Santo Padre, che l’anno prossimo festeggia i 10 anni di Papato, ha comunque 85 anni, un’età che inizia a farsi sentire sui suoi tanti impegni professionali e spirituali.

Papa Francesco verso il ritiro
Fonte: Instagram @franciscus

Oltre al ginocchio – problema persistente da tantissimo tempo – Bergoglio da tempo soffre di sciatica che provoca dolore anche al resto delle gambe al punto da impedirgli di deambulare correttamente, come in occasione dell’udienza con i pellegrini provenienti direttamente dalla Slovacchia lo scorso aprile.

Dopo gli ultimi suoi problemi di salute, si fanno sempre più insistenti e pressanti le voci attorno al suo ritiro. Ma come stanno realmente le cose e come sta ora il Santo Padre? Il Papa, infatti, malgrado il malessere fisico debilitante, non ha mai manifestato l’intenzione di voler abdicare a favore di qualcun altro più giovane ed in salute.

Papa Francesco emerito come Benedetto XVI?

Complice forse la sedia a rotelle e l’annuncio di una visita a L’Aquila ad agosto, per una ricorrenza religiosa indetta dal papa Celestino V, uno dei pochi pontefici ad essersi dimesso – prima di Benedetto XVI – nel lontano 1294, sempre più media e fedeli si sono convinti dell’imminente rinuncia al Papato da parte di Papa Francesco. Ma non solo.

sulla sedia a rotelle
Fonte: Instagram @franciscus

Il Papa ha dichiarato anche che il 27 agosto si terrà un concistoro per la creazione di 21 nuovi cardinali. Di questi, sedici hanno meno di 80 anni, un requisito indispensabile per poter eleggere il successore di Bergoglio. Si pensa in questo modo quindi che il Papa abbia già pensato a chi possa prendere il suo posto come guida della Chiesa in Terra. Con 83 cardinali su 132 votanti, infatti, il Pontefice si sarebbe in qualche modo assicurato che il suo successore condivida – a grandi linee – la sua idea di Chiesa ed attività pastorale.

Parlando sempre del concistoro previsto per il 27 agosto, come riportato da ‘Associated Press’, Papa Francesco ha anche annunciato due giornate di colloqui la settimana successiva, in modo da informare i cardinali sulla sua recente Costituzione apostolica. Si tratta di un atto promulgato direttamente dal Papa che intende riformare la burocrazia vaticana, consentendo non solo alle donne di dirigere gli uffici vaticani, ma imponendo anche dei limiti al mandato dei dipendenti sacerdotali vaticani.

La rivoluzione più grande però riguarda proprio la nuova veste del Vaticano: sarà grazie a Papa Francesco un’istituzione al servizio delle Chiese locali e non più il contrario. In qualche modo, quindi, sembra essersi ultimata la grande riforma interna voluta da Francesco che ora quindi avrebbe finito il suo compito e sarebbe pronto a dimettersi, dando un addio quasi ufficiale proprio all’Aquila. Ma ancora non c’è niente di sicuro.