Harry e Meghan, incredibile: il gesto a sorpresa nel bel mezzo del Giubileo di Platino

Hanno preso parte ad un solo evento ufficiale, Harry e Meghan, in quello che è stato considerato un viaggio discreto per non rubare la scena alla regina Elisabetta. Ma il loro ultimo gesto ha fatto discutere

Che la loro presenza sarebbe stata discreta era già cosa nota, ma nessuno si aspettava che avrebbero preso una particolare decisione nel bel mezzo del Giubileo di Platino dedicato ai 70 anni di regno della Regina Elisabetta. Harry e Meghan hanno preso parte, nel corso della settimana (quattro giorni) di festeggiamenti, ad un solo appuntamento ufficiale ovvero il servizio di ringraziamento organizzato nella cattedrale di St.Paul ma senza ‘incrociare’ la sovrana che qui non ha potuto essere presente a causa di un sopraggiunto malessere.

Giubileo di Platino
Giubileo di Platino, il gesto a sorpresa di Harry e Meghan (Fonte Twitter)

E così di foto ufficiali che ritraggono ‘nonna e nipote’ insieme non ve ne sono e, per di più, Harry e consorte hanno compiuto un gesto inatteso poco prima che Elisabetta comparisse sul balcone di Buckingham Palace per i saluti finali ad una immensa folla festante.

Giubileo di Platino, il gesto a sorpresa di Harry e Meghan

Il principe e l’ex attrice hanno infatti deciso di fare rientro a casa in anticipo e prima della conclusione dei quattro giorni di festeggiamenti, imbarcandosi a bordo del loro jet privato per tornare negli Stati Uniti. L’atterraggio dell’aereo dei Sussex è avvenuto a Santa Barbara, in California, dove c’erano molti paparazzi ad attenderli. I figli della coppia, Archie e Lilibet, non sono stati avvistati mentre i fotografi hanno immortalato diversi accessori per bambini. Per Harry e Meghan la permanenza nel Regno Unito non è stato, del resto, semplice: sono stati accolti dagli applausi ma non sono mancati anche fischi nei loro confronti per quello che in tanti considerano ancora un tradimento, ovvero l’aver preso la decisione di allontanarsi dalla Casa Reale per iniziare una nuova vita negli Stati Uniti. I royal del resto hanno mantenuto sempre un basso profilo, sedendosi in seconda fila nella chiesa (mentre William e Kate erano in prima fila e così le cugine Beatrice ed Eugenie di York con i rispettivi mariti). Inoltre Harry e Meghan non hanno preso parte al successivo ricevimento e, ancora, nessun ‘avvicinamento’ tra Harry ed il fratello sarebbe avvenuto nè prima nè dopo l’appuntamento ufficiale.

Cosa è successo a un’ora dalla fine

Con tutta probabilità la decisione potrebbe essere stata presa dalla coppia stessa proprio allo scopo di non rubare la scena ed Elisabetta. Ma la loro assenza in occasione dell’inaugurale Trooping the colour non poteva passare inosservata; loro c’erano ma ‘dietro le quinte’, paparazzati mentre giocavano con i baby royal vicino alla finestra dell’ufficio generale maggiore. Il resto del tempo lo avrebbero trascorso nella loro (si vocifera ancora per un anno) residenza a Frogmore Cottage dedicandosi ai loro figli. In realtà nella residenza ha vissuto la cugina Eugenie, lasciandola però libera per consentire ai Sussex di abitarci per alcuni giorni. Non è poi mancata un’emozionante celebrazione, ovvero il primo compleanno della piccola Lilibeth, secondogenita della coppia.

Giubileo di Platino
Ritorno a casa anticipato (Fonte Twitter)

Verso casa con il jet privato, una Range Rover ad accoglierli

Poi la decisione che ha scatenato polemiche: un’ora prima dell’atteso finale del Giubileo di Platino con la parata per il centro di Londra avrebbero lasciato il Paese. Secondo indiscrezioni però i Sussex avrebbero fatto compagnia alla Regina, durante il Platinum Party, guardandolo da Windsor. Il rientro a casa è dunque avvenuto dopo cinque giorni trascorsi in Inghilterra: all’aeroporto statunitense li aspettava una Range Rover che li ha ricondotti a casa.