Nessuno firma il suo annuario e il bimbo torna a casa in lacrime – il giorno successivo una splendida sorpresa

Cody Ridder, 12 anni, è rimasto sconvolto quando nessuno ha voluto firmare il suo annuario. Quando la mamma gli ha chiesto cosa non andasse gli occhi gli si sono riempiti di lacrime

Doveva essere uno dei momenti più emozionanti dell’anno scolastico ma si è trasformato in un incubo per un dodicenne tornato a casa nella tristezza più totale. Il figlio dodicenne di Cassandra Ridder, Brody, non era per niente allegro fuori da scuola e la donna ha spiegato a Today Parents che “voleva solo ascoltare la musica”.

Lo ha rivelato su Facebook
Nessuno firma l’annuario del bambino, torna a casa in lacrime (Fonte Facebook)

Ridder, 31 anni, ha cercato di mantenere l’atmosfera leggera e tranquilla chiedendo al figlio, alunno di prima media a Westminster, in Colorado, del suo annuario. Infatti ad inizio giornata la donna aveva ricevuto una mail nella quale si informavano i genitori che gli studenti avrebbero portato a casa gli annuari. “Hai ricevuto molte firme?”, gli ha chiesto.

Nessuno firma l’annuario del bambino, torna a casa in lacrime

È stato a quel punto che gli occhi di Brody hanno iniziato a riempirsi di lacrime. “Ha detto di aver chiesto ai bambini della sua classe se avrebbero firmato il suo annuario e alcuni di loro hanno detto no”, ha rivelato la madre. “Alcuni di loro hanno annotato i loro nomi ma non c’erano messaggi, non c’era niente su quanto fosse intelligente, divertente e fantastico”. A quel punto il figlo ha dato a sua madre l’annuario così che potesse dare un’occhiata e quello che ha visto le ha fatto sprofondare il cuore.

“Aveva scritto un biglietto a sè stesso e diceva, ‘Spero che ti farai più amici, e ha firmato con il proprio nome”. Ridder ha detto che Brody, che ama gli scacchi, la scherma e i dinosauri, si sedeva spesso da solo durante la ricreazione e giocava in solitudine perchè i coetanei non capivano davvero i suoi interessi.

Centinaia di studenti hanno voluto firmarlo
La mamma rivela tutto su Facebook (Fonte Facebook)

La mamma rivela tutto su Facebook

“È super intellettuale e i bambini della sua fascia di età hanno problemi a relazionarsi con lui”, ha spiegato Ridder. Ha detto che lo prendono in giro anche Brody perché “le sue orecchie sporgono” ed è “estremamente magro”. Il 24 maggio la donna esausta ha deciso di pubblicare un post sulla pagina Facebook della scuola rivolto ai genitori.

“Il mio povero figlio. Non sembra che le cose stiano migliorando. 2 insegnanti e un totale di 2 studenti hanno scritto nel suo annuario. Nonostante Brody abbia chiesto a tutti i ragazzi di firmarlo. Così Brody ha scritto a sè stesso. Il mio cuore è a pezzi. Insegna ai tuoi figli la gentilezza”.

Si era firmato l'annuario da solo
“Questo è il giorno più bello della mia vita” (Fonte Facebook)

Ecco cosa è successo dopo

Il giorno successivo Ridder ha ricevuto un messaggio da Brody ed era incredula. Era la foto dell’annuario stracolmo di messaggi e firme. “Ha ricevuto messaggi persino da alunni di terza media. Le sue esatte parole per me sono state, ‘Questo è il giorno più bello di sempre’. Alcuni ragazzi gli hanno persino lasciato il loro numero di telefono”. Ridder ha detto che i ragazzi che in precedenza si erano rifiutati di scrivere nell’annuario di Brody stavano improvvisamente “facendo la fila” per firmare.