Caldo africano sull’Italia, quando finirà? Brutte notizie in arrivo per i prossimi giorni

Gli esperti meteo sono concordi, prima che il caldo africano che attanaglia l’Italia lasci il posto a temperature più gradevoli bisognerà attendere ancora. Le ultime previsioni

Le brevi parentesi di maltempo, come quella che ha interessato alcune aree della Sicilia con nubifragi intensi, non sono sufficienti a placare l’ondata di caldo africano che da giorni attanaglia l’Italia provocando anche una crescente crisi idrica e, stando alle previsioni degli esperti meteo, la situazione non pare essere destinata a mutare nell’immediato.

Previsioni meteo
Le previsioni meteo per l’avvio della settimana (Fonte Pixabay)

Prima che l’anticiclone vada a cedere, dietro la spinta del flusso atlantico, occorrerà infatti attendere ancora diversi giorni. Le bollenti temperature del mese di giugno dunque sono destinate a durare anche nel corso della settimana prossima, che si aprirà con la presenza stabile dell’anticiclone africano; la sua permanenza sul Mediterraneo determinerà condizioni stabili sull’intera penisola ed anzi il caldo potrebbe farsi ancor più torrido rispetto al fine settimana.

Le previsioni meteo per l’avvio della settimana

Lunedì sarà una giornata molto calda con rovesci previsti solo sulle zone alpine durante le ore pomeridiane ed una progressiva attenuazione dei fenomeni nelle ore serali. Ma altrove le temperature saranno in aumento con punte anche di 38 gradi al Nord.

Stabilità e sole anche per martedì, con variabilità sulle zone alpine (e prealpine) dove potrebbero verificarsi temporali sparsi nel corso del pomeriggio o della sera. Fondamentalmente però sarà sempre il caldo africano a farla da padrone con massime vicine ai 40 gradi non soltanto al nord ma anche al Sud, ed in particolare nelle zone interne, oltre che sulle isole maggiori.

Mercoledì e giovedì, ancora caldo africano sull’Italia

Non muterà molto la situazione tra mercoledì e giovedì, con la permanenza del caldo afoso anche se alcune stratificazioni potranno andare ad offuscare, in particolare in alcune regioni del centro-nord, i cieli per qualche ora. Il meteo resterà variabile sulle zone alpine e potrebbero manifestarsi ancora temporali o rovesci anche sulla prealpi centro-orientali. Mercoledì potrebbe essere il giorno più caldo con temperature massime che potrebbero sfiorare o toccare, sulle zone interne del basso Adriatico, i 40 gradi. Anche giovedì tempo stabile ad eccezione della variabilità sulle Alpi, e ancora caldo torrido pressochè in tutta la Penisola

Week end e cambio di rotta
Ecco quando l’anticiclone inizierà a svanire (Fonte Pixabay)

Week end e cambio di rotta

Per un cambio di rotta bisognerà dunque attendere le ore antecedenti il prossimo week end (dal venerdì) quando un vortice nord atlantico dovrebbe mettere la parola fine all’anticiclone, con un incremento dei rovesci e dei temporali anche sul reso del nord Italia, dando una boccata di ossigeno (o meglio di acqua) a fiumi e laghi di Piemonte e Lombardia. Piogge dovrebbero manifestarsi anche su parte delle regioni centrali mentre le temperature andranno a ridimensionarsi tornando su valori più idonei al periodo. Al momento si tratta di una tendenza meteo, solo in prossimità del fine settimana sarà possibile avere previsioni più chiare e definite in merito all’eventuale indebolimento dell’anticiclone.