Siccità e rischio tremenda crisi idrica: ecco i metodi per risparmiare acqua in casa

Sono giorni difficili per molte regioni italiane a causa della pressochè totale assenza di precipitazioni e alla conseguente siccità. Ecco una serie di consigli per non sprecare acqua, in questo periodo più preziosa che mai

L’acqua è il bene più prezioso che esista sulla Terra e, in periodi come quello che l’Italia si sta trovando ad affrontare, ce ne si può rendere perfettamente conto. La penisola sta affrontando una crisi idrica derivante dall’allarme siccità che attanaglia diverse regioni come Piemonte e Lombardia. Lo provano la totale assenza di precipitazioni ed i livelli dei fiumi, Po compreso, ai minimi storici.

Si possono risparmiare migliaia di litri l'anno
Siccità e crisi idrica, i trucchi per consumare meno acqua (Fonte Pixabay)

Ecco allora che imparare come risparmiare acqua diventa di fondamentale importanza per evitare di sprecarla inutilmente e, quando possibile, conservarla o riutilizzarla. Anche perchè, se non dovesse piovere entro i prossimi giorni, si rischierebbe comunque di dover far fronte a limitazioni nell’utilizzo di acqua potabile ad uso domestico. Insomma ad un vero e proprio razionamento.

Siccità e crisi idrica, i trucchi per consumare meno acqua

I consigli più importanti sono stati condivisi da Altroconsumo e vogliono aiutare i cittadini a risparmiare acqua e, parallelamente, dare una mano nell’evitare di sprecarla. Il consiglio più importante consiste nell’applicazione di aeratori sui rubinetti di casa: andando a miscelare aria all’acqua ne deriva un flusso ridotto consentendo di risparmiare, ogni anno, decine di migliaia di litri a fronte di una spese di pochi euro. Si possono acquistare in diversi negozi, dai ferramenta ai grandi magazzini, e si applicano in pochi minuti.

Il lavaggio di frutta e verdura è bene effettuarlo in un recipiente anzichè sotto l’acqua corrente, un semplice gesto che consentirà di risparmiare migliaia di litri d’acqua l’anno. Peraltro dopo aver lavato frutta e verdura si potrà riutilizzare l’acqua sporca per bagnare le piante.

Sprechi d’acqua da evitare: bagno o doccia?

Bisogna prestare molta attenzione alle perdite, anche quelle minime come una goccia che cade dal rubinetto costantemente. Questi sprechi possono far perdere 1500-2000 litri di acqua al mese. Il piacere di un buon bagno è innegabile ma in tempi di siccità e crisi idrica è consigliabile farsi la doccia applicando dei riduttori di flusso tra rubinetto e tubo. Cercando infine di rimanervi meno di dieci minuti.

Esistono anche delle alternative come il sistema ad interruzione rapida del flusso che consente di interrompere l’erogazione in modo momentaneo senza che perdere la temperature raggiunta. Ogni minuto di doccia equivale a circa 7-9 litri d’acqua, tenetelo ben presente.

Siccità pericolosa
Sprechi d’acqua da evitare: bagno o doccia? (Fonte Pixabay)

Bagni, elettrodomestici e giardino: come risparmiare acqua

Passando ai bagni, è fondamentale utilizzare sciacquoni con doppio pulsante, per utilizzarli in modo differenziato in base alla portata dello scarico necessaria. Esiste anche il pulsante di interruzione del flusso che consente di fermarlo prima del tempo risparmiando notevoli quantità di acqua. Infine uno sguardo agli elettrodomestici: lavatrice e lavastoviglie dovrebbero essere avviate solo quando sono a pieno caro, sfruttando i programmi eco per consumare ridotte quantità di acqua.

In ogni caso la lavastoviglie permette di evitare di sprecare decine di litri di acqua al giorno rispetto al lavaggio dei piatti a mano. Si può risparmiare acqua anche in giardino o sul balcone facendo affidamento ad un impianto di irrigazione a goccia oppure raccogliendo e riutilizzando acqua piovana.