Nuova strage di migranti: 46 corpi sono stati trovati dentro un camion – le cause della morte sono agghiaccianti

46 Migranti sono stati trovati senza vita all’interno di un camion abbandonato a San Antonio, in Texas. Si tratta di una delle stragi peggiori e più gravi legate al traffico clandestino di esseri umani negli Stati Uniti. Ma il governatore del Texas non ci sta ed attacca – ancora una volta – il presidente Joe Biden.

Il clima politico in questo momento è tesissimo negli Stati Uniti: repubblicani da una parte e democratici dall’altra, soprattutto quando i governatori entrano in aperto contrasto con Biden. Lo scorso aprile, infatti, l’amministrazione Biden aveva deciso di revocare il provvedimento straordinario sull’immigrazione, voluto dall’ex presidente Donald Trump durante la pandemia.

Camion
Fonte: YouTube

In buona sostanza, non era più bloccato l’ingresso agli immigrati negli Stati Uniti, misura, questa, che non era per nulla piaciuta a Greg Abbott, il governatore del Texas. In quell’occasione, Abbott aveva anche provocato pesantemente Biden, affermando come tutti gli immigrati illegali sarebbero stati mandati a Washington con un bus. Ma non solo.

Il governatore repubblicano aggiunse pure che, senza la precauzione straordinaria, almeno 18.0000 immigrati illegali avrebbero attraversato ogni giorno il confine tra Messico e Stati Uniti. Ora, che ci sia un problema con l’immigrazione illegale di sé e per sé non costituisce di certo una notizia. Tutti sappiamo, infatti, quanto i fenomeni migratori siano diventati, soprattutto negativamente, parte della nostra quotidianità mediatica e sociale.

Il problema, però, non solo esiste, ma si ripresenta poi prepotentemente, quando si crede che basti alzare qualche muro o barriera per ignorarlo, proprio come fece Trump con il suo rafforzamento pianificato del muro tra Messico e States. In quest’ottica, poi, accade che 46 migranti vengano trovati senza vita all’interno di un camion abbandonato a San Antonio, in Texas. Si tratta di una delle stragi peggiori e più gravi legate al traffico clandestino di esseri umani negli Stati Uniti. Ma il governatore del Texas non ci sta ed attacca – ancora una volta – il presidente Joe Biden.

L’ultimo viaggio

Il bilancio è disastroso: 46 morti e 16 feriti – 4 bambini ed alcuni in condizioni gravi – tutti ritrovati dentro un camion abbandonato a San Antonio, in Texas, dove il caldo di questi giorni e le temperature fisse a 39 gradi hanno contribuito a rendere insopportabile la situazione all’interno di un camion che non avrebbe dovuto ospitare persone. Non è ancora ancora come siano morti, eppure è molto probabile che il clima torrido abbia contribuito.

46 morti
Fonte: YouTube

A trovare i corpi sono stati gli agenti della Homeland Security Investigation, agenzia specializzata nei casi di traffico di esseri umani. Al momento restano anche sotto custodia tre persone. Da capire ancora, però, se tra i tre ci sia anche l’autista del mezzo che ha abbandonato il camion prima di essere scoperto.

Si tratta di una delle stragi più gravi di sempre negli Stati Uniti. 19 anni fa, nel 2003, 19 migranti morirono sempre dentro un camion trovato in Texas a causa del caldo. L’autista, dopo aver chiesto 7.500 dollari a persona, non aveva nemmeno acceso l’aria condizionata all’interno del mezzo che aveva raggiunto i 70 gradi.

Abbott, però, non ha perso l’occasione di attaccare Biden pesantemente, palesando la sua ferrea volontà di completare il muro di Trump: “Queste morti sono le sue. Sono il risultato della sua politica mortale dei confini aperti e mostrano le conseguenze del suo rifiuto ad attuare la legge”.