Tifone in alto mare: paura per una nave mercantile – si temono decine di vittime

Paura a bordo. Più di due dozzine di membri dell’equipaggio sono scomparsi, dopo che un’enorme nave mercantile si è spezzata in due ed è affondata sabato scorso a quasi 200 chilometri a sud di Hong Kong, nel Mar Cinese Meridionale. Ma cosa è successo davvero e cosa ha causato l’affondamento della nave?

Si teme che quasi trenta membri dell’equipaggio di una nave mercatile siano morti dopo che questa si è spezzata in due, affondando nel Mar Cinese Meridionale. Come riportato dal quotidiano inglese ‘Mirror’, aerei ed elicotteri sono stati inviati sul posto per soccorrere l’equipaggio. La nave, infatti, è stata ripescata dal mare sabato vicino a Hong Kong.

nave mercantile

I dati, però, sono sconfortanti. Solo tre persone dell’equipaggio su trenta, sono state portate al momento in salvo alle 17:30 ora locale cinese, come spiegato dalle autorità locali. Le autorità, inoltre, hanno dichiarato di aver avviato una missione di salvataggio per cercare di trovare i restanti 27 membri della compagnia, con due aerei ad ala fissa e quattro elicotteri.

Sempre nell’articolo del ‘Mirror’, si legge come in alcune foto pubblicate dal servizio di volo del governo di Hong Kong venga mostrato un membro dell’equipaggio, mentre veniva sollevato su un elicottero di soccorso che lo stava portando in salvo.

Aria di tempesta a Hong Kong

Dalle immagini, la nave è stata vittima del mare in tempesta che l’ha travolta senza possibilità di scampo. Malgrado, infatti, le navi mercantili siano preparate ad affrontare anche le condizioni meteo più avverse, le onde alte e il vento forte hanno impedito all’equipaggio di poter continuare il loro lavoro.

salvataggio

Come riportato sempre dal ‘Mirror’, il servizio di volo del governo di Hong Kong non ha fornito dettagli relativi alla nave e al suo equipaggio. Al momento si sa solo che l’incidente è avvenuto a quasi 200 chilometri a sud di Hong Kong e che il personale di bordo si è trovato a dover affrontare il tifone Chaba, una tempesta tropicale caratterizzata da venti fortissimi capaci generale, inoltre, onde altissime.

Ma il peggio deve ancora arrivare in Cina. Il tifone Chaba non ha ancora finito la sua corsa ed è atteso nella parte occidentale della provincia costiera del Guangdong – provincia cinese che confina con Hong Kong e Macao – entro sabato. Alla tempesta Chaba, infatti, poco importa del mercato, del lavoro e della sopravvivenza delle persone. Caratterizzata da forti piogge e vento, i trasporti pubblici saranno limitati, così come molte attività saranno costrette a chiudere nella giornata di sabato a causa dei danni già previsti da Chaba.

Tornando al mercantile, sabato pomeriggio la nave sarebbe dovuta attraccare vicino a Zhanjiang, nella provincia cinese del Guangdong. Tuttavia, le condizioni meteo terribili hanno reso impossibile toccare terra, finendo per essere vittime di Chaba e della sua furia. Ma a Hong Kong sono giorni particolari e di festa.

Le autorità di Hong Kong hanno lanciato l’allarme tifone, infatti, giovedì, proprio mentre il presidente cinese Xi Jinping è arrivato in città, per commemorare il 25° anniversario della sua consegna dalla Gran Bretagna alla Cina. Il Museo del Palazzo, che doveva aprire sabato per le celebrazioni, è rimasto chiuso.