Un asteroide può colpire la Terra ? “È assolutamente probabile” – ecco quando

Le probabilità che un asteroide possa impattare sulla Terra arrivando a cancellare, nell’arco di pochi minuti, il genere umano è solo una remotissima possibilità? Non per una nota astrofisica

Nell’immaginario collettivo l’ipotesi che un asteroide di grandi dimensioni possa dirigersi verso l’atmosfera terrestre, superandola per poi andare ad impattare contro la Terra
andando così a cancellare parte o l’intero genere umano è considerata poco credibile, associabile solo ai catastrofici film di fantascienza.

I motivi
Quali sono le probabilità che un asteroide colpisca il pianeta?

Nessuno ritiene possibile ritrovarsi con un asteroide diretto proprio verso il nostro pianeta, pronto a distruggere ogni cosa e cancellare intere città, devastare interi stati, provocando radicali mutazioni delle temperature, scatenando incendi e arrivando a provocare l’estinzione dell’uomo e di numerose forme animali.

Quali sono le probabilità che un asteroide colpisca il pianeta?

Ma è davvero così remota tale possibilità? La parola in questo caso non va certamente affidata ai registi di film legati a catastrofi naturali quanto piuttosto agli esperti che
conoscono bene gli asteroidi e anche le probabilità che alcuni di essi possano ritrovarsi ad avere una traiettoria pericolosa.

Basti pensare che ne vengono segnalati diversi, ogni anno, in transito nelle ‘vicinanze’ del nostro pianeta anche se, pur essendo meritevoli di attenzione, restano sempre a distanze considerate non preoccupanti e tali da non
destare alcun pericolo. Più spesso sono invece le meteore ad impattare contro l’atmosfera terrestre, ma nella maggior parte dei casi, trattandosi di frammenti di roccia di dimensioni ridotte, vengono completamente disintegrate ben prima di arrivare a terra e solo in rarissimi casi qualche frammento riesce ad impattare con il suolo causando danni
molto lievi.

La scienziata: asteroide contro la Terra scenario possibile

Ma lo scenario ideato dalla fantasia dei produttori cinematografici non è del tutto utopico. “È assolutamente probabile ma non accadrà prima di 100 anni”. Lo sostiene l’astrofisica dell’Inaf a Bologna, Daria Guidetti e lo ha dichiarato durante Sorvegliati spaziali – Asteroidi fastidiosi e come affrontarli in corso proprio nella città di Bologna. È stata proprio la Guidetti a ideare quello che ha definito “il primo evento pubblico del progetto Sorvegliati speciali, partito da Bologna nel 2019 con il sostegno della Nasa per fare divulgazione sul traffico spaziale”.

E a proposito di asteroidi e comete “che effettuano passaggi ravvicinati alla Terra” ma anche “le migliaia di satelliti artificiali che orbitano insieme a tonnellate di rifiuti spaziali fino alle attività del Sole e i fenomeni di alta energia nella nostra galassia”, la scienziata non ha dubbi: “Si tratta di corpi potenzialmente pericolosi per il genere umano. Non è fantascienza, ma un rischio che si chiama estinzione”.

I possibili rischi
La scienziata: asteroide contro la Terra scenario possibile

Nel 2029 il passaggio ravvicinato di un asteroide

Vi sono però anche buone notizie: al momento e per i prossimi anni non vi sarebbe alcun tipo di preoccupazione e non si correrebbero rischi. L’esperta però ha ricordato che nel
2029 è previsto un passaggio ravvicinato che andrà monitorato con grandissima attenzione: “Un asteroide passerà a 30mila chilometri dalla Terra. Ma prima o poi potrebbe colpirci quindi occorre monitorare lo spazio e iniziare a cercare soluzioni. Sono almeno duemila gli asteroidi pericolosi”.