Come Forrest Gump: cammina per 7 anni consecutivi col cane – le ragioni di un’impresa da record

Un ragazzo ha pianificato per anni un viaggio intorno al mondo per poi partire. Ora, sette anni dopo, lo ha completato insieme al suo cane

Sono davvero poche le persone che hanno tentato di fare il giro del mondo e ancor meno quelle che sono riuscite a portarlo a compimento. Ma se consideriamo chi è riuscito a completare il viaggio in compagnia del proprio amico a quattro zampe allora ecco che il loro numero si riduce ulteriormente. E tra di essi troviamo Tom Turcich, un uomo del New Jersey diventato la decima persona mai registrata riuscita a realizzare questa straordinaria impresa ma il primo a farlo con il suo animale domestico Savannah, di fatto il primo cane a compiere un viaggio di questo tipo.

lo ha pianificato per anni
Trascorre sette anni in giro per il mondo, l’impresa da record (Fonte Tom Turcich)

La coppia è stata accolta, al loro rientro a casa il 21 maggio 2022, da una grande festa alla quale hanno partecipato molti amici e familiari di Tom insieme a decine di sostenitori. Del resto si è trattato dell’epilogo di un viaggio durato ben sette anni percorrendo 48mila chilometri per organizzare il quale ci è voluto quasi altrettanto tempo.

Trascorre sette anni in giro per il mondo, l’impresa da record

“È stato davvero surreale”, ha raccontato Tom alla Cnn Travel dalla casa dei suoi genitori a Haddon Township. “Avevo immaginato per molto tempo come sarebbe stato il finale e quando è successo è stato incredibile; c’erano persone in strada che mi affiancavano e camminavano con me. L’emozione principale è stata il senso di sollievo. Questo progetto ha interessato 15 anni della mia vita ed essere stato in grado di mettermelo alle spalle con successo è stato fantastico”.

Come gli è venuta l’idea

L’ispirazione per avventurarsi in questo viaggio è scaturita, nel 2006, dalla tragica perdita di un’amica di lunga data, Ann Marie, morta all’età di 17 anni in un incidente in moto d’acqua. “Era una persona molto migliore di me, la sua scomparsa mi ha fatto pensare alla vita e al fatto che un giorno sarebbe potuto accadere anche a me in qualsiasi momento; ho iniziato a rivalutare tutto”. Paragonato a Forrest Gump Turcich ha così iniziato ad esaminare tutti i modi per dare il via ad un’avventura che gli permettesse di godersi appieno ogni istante di vita. Dopo aver letto di Steven Newman, elencato nel Guinness World Records come la prima persona che ha fatto il giro del mondo, e dell’avventuriero Karl Bushby che circumnavigava il globo a piedi dal 1998, Tom ha deciso di affrontare questa sfida.

Ha viaggiato insieme al suo cane

“Camminare sembrava il modo migliore per capire il mondo ed essere costretti a entrare in posti nuovi. Non volevo solo andare a Parigi e Machu Picchu, volevo davvero capire il mondo e vedere come vivevano le persone giorno per giorno”. Dopo aver pianificato il percorso ha risparmiato per due anni lavorando durante l’estate mentre era al college e tornando a vivere con i genitori dopo la laurea. Ma poco prima della partenza il proprietario di un’azienda locale ha deciso di sponsorizzare il suo viaggio. È partito il 2 aprile 2015, quasi 9 anni dopo aver avuto l’idea e a quasi 26 anni, spingendo un passeggino contenente attrezzatura da escursionismo, un sacco a pelo, un laptop, una fotocamera DSLR e una cassa di plastica, che usava per conservare il cibo.

La decisione dopo la morte di un'amica
Ha viaggiato insieme al suo cane

Il viaggio sarebbe dovuto durare 5 anni e mezzo

Il percorso è stato pensato per poterlo coprire a piedi e con il minor numero possibile di problemi burocratici. Pensava di impiegarci cinque anni e mezzo ma l’intero viaggio ha richiesto sette anni, principalmente a causa di due ritardi significativi. Il primo si è verificato quando Turcich si è ammalato di un’infezione batterica, dalla quale gli ci sono voluti diversi mesi per riprendersi, e il secondo è stato dovuto alla pandemia di Covid-19. Prima di iniziare aveva viaggiato relativamente poco e non era espero di escursionismo: la prima tappa è stata il percorso tra new jersey e panama, circa quattro mesi dopo ha deciso di portare con sè il cucciolo Savannah preso in un rifugio per animali ad Austin in Texas. “È semplicemente bello avere qualcuno con cui condividere alcuni momenti.”

I follower lo hanno aiutato a finanziare il viaggio

Una volta raggiunta Panama, la coppia ha sorvolato il Darien Gap, un insidioso tratto di giungla tra Panama e la Colombia. Dopo quel primo anno di viaggio, Turcich ha creato un account con la piattaforma di donazioni Patreon in modo che i suoi follower avessero la possibilità di aiutare a finanziare i suoi viaggi.