Il vostro smartphone vi sta distruggendo le orecchie: impara a proteggerle

Il volume con cui ascoltate la musica sul vostro cellullare può danneggiarvi gravemente le orecchie. Ecco come ricorrere ai ripari.

Ormai sapete che ascoltare la musica ad alto volume con le vostre cuffie può danneggiare il vostro apparato uditivo.

donna con cellulare
Foto da Canva

I danni che riscontrate ascoltando musica, podcast e tanto altro dipende soprattutto dal volume che scegliete di utilizzare. Infatti, la struttura interna dell’orecchio interno è molto delicato. Le minuscole cellule ciliate, note come stereocilia, hanno il compito di trasformare le onde sonore in segnali elettrici che il cervello può comprendere ed elaborare. Quando queste cellule vengono danneggiate, non vengono sostituite, il che significa che la capacità uditiva può degradarsi nel tempo. Ma scopriamo come possiamo correre ai ripari.

Come riparare le vostre orecchie dal vostro smartphone

Per mantenere intatte le stereocilia, ovvero le piccole cellule ciliate, li esperti consigliano di mantenere il volume delle orecchie a 70 decibel o meno, ovvero al livello di una lavatrice.

donna con cuffie
Foto da Canva

Quando si arriva oltre gli 85, che corrispondono al rumore di un tosaerba a gas, la perdita dell’udito può iniziare già dopo due ore. Molti smartphone e cuffie si spingono ben oltre, spesso fino a 100 decibel o anche un po’ più in alto. È l’equivalente di una discoteca ad alto volume, e a quel livello la perdita dell’udito è possibile dopo soli cinque minuti. Più l’esposizione è prolungata, maggiore è il rischio di danni gravi.

Tenendo presente tutto ciò, non bisogna trascurare i controlli del volume sullo smartphone o sulle cuffie vere e proprie. Resistete alla tentazione di alzare il volume e le vostre orecchie non faranno altro che ringraziarvi. Inoltre, se non si vuole smanettare continuamente con il volume, è possibile impostare un limite per il volume, molto utile se si è in viaggio e non si è sicuri di quale sia il livello esatto del volume. Questo è più facile da fare su iOS, ma ci sono opzioni anche sui dispositivi Android.

iPhone

per quanto riguarda gli smartphone della Apple, si visualizzerà automaticamente un avviso se rileva che state ascoltando l’audio in cuffia a un volume troppo alto per un periodo di tempo eccessivo. La volta successiva che le cuffie vengono collegate, il volume viene abbassato, anche se è possibile aumentarlo di nuovo se lo si desidera.

Inoltre, è possibile fare in modo che l’iPhone intervenga più direttamente e riduca in tempo reale i suoni che superano un determinato livello di decibel. Da Impostazioni, selezionare Suoni, quindi Sicurezza cuffie: Attivate l’interruttore a levetta Reduce Loud Sounds e scegliete il livello che preferite. iOS vi fornirà alcune indicazioni, in modo che non dobbiate tirare a indovinare.

Android

Trovare l’impostazione giusta su Android è più difficile, poiché i menu tendono a variare da un cellulare all’altro. Generalmente, dalle Impostazioni scegliete Suoni e vibrazioni e Volume, quindi toccate i tre punti e scegliete Limite volume media. È possibile attivare la funzione e regolare il cursore per impostare il livello sonoro massimo desiderato. C’è anche la possibilità di impostare un PIN per proteggere questa impostazione.

Essendo Android, esistono numerose applicazioni di terze parti che possono essere utilizzate per limitare il volume del dispositivo. Tra queste, Volume Lock, un’applicazione gratuita. Non solo consente di limitare l’intensità del volume, ma anche di farlo in base al tipo di audio, per cui le sveglie possono essere più forti della musica, ad esempio.