Haiti, la povertà e la crisi del Paese caraibico: deceduti su una barca 17 migranti in fuga

Continua la grave crisi migratoria riguardante Haiti. L’ultimo tragico episodio riguarda una barca con alcuni migranti a bordo capovolta nei pressi delle Bahamas. Nell’incidente hanno perso la vita almeno 17 persone.

La tragedia senza fine del popolo haitiano. Il Paese è il più povero al mondo fra quelli appartenenti all’emisfero occidentale. Il tasso di disoccupazione, la crescente criminalità, la violenza e la povertà ai massimi storici stanno portando centinaia di migliaia di persone a fuggire dal proprio Paese natio in cerca di fortuna.

Haiti migranti
La tragedia del popolo haitiano – NewNotizie

Ma come in qualsiasi grave flusso migratorio, continuano a registrarsi drammatici incidenti in mezzo al mare. L’ultimo episodio è avvenuto nelle scorse ore al largo dell’isola di New Providence nelle Bahamas. Una barca con a bordo oltre 50 haitiani si è ribaltata in mare. Nell’incidente hanno perso la vita 17 persone, tra le quali anche un bambino. Almeno 25 le persone che sono state tratte in salvo. Almeno una persona è ancora disperse, con le ricerche che sono ancora in atto. Lo ha rivelato la ‘Bbc’.

Le persone a bordo della barca capovolta erano dirette negli Stati Uniti e, precisamente, in Florida, probabilmente a Miami. La notizia è stata diffusa da Philip Davis, premier delle Bahamas! Inoltre, è giunta voce che 2 residenti delle Bahamas sono state portate in carcere con l’accusa di sospetto contrabbando di persone. Una tragedia nella tragedia.

La tragedia senza fine del popolo haitiano: altri 17 migranti morti in mare

La crisi del popolo haitiano è partita con il drammatico terremoto del 2010. Esso ha causato più di 230 mila morti, facendo precipitare nel caos un Paese già dilaniato da povertà e miseria. Dal 2018 in poi, la situazione è andata sempre più degenerando, a causa anche della violenza interna. Il numero di persone che provano giornalmente a raggiungere gli Stati Uniti o altre isole caraibiche – come la Repubblica Dominicana – è aumentato in modo clamoroso dal 2018 a oggi. Solo nel 2019 oltre 40 mila haitiani erano entrati in modo del tutto irregolare nella Repubblica Dominicana.

Haiti morti migranti barca
Almeno 17 migranti haitiani morti in un incidente al largo delle Bahamas – NewNotizie

Negli ultimi anni – come detto – alla povertà di Haiti si è aggiunta la proliferazione di alcune bande armate che avrebbero preso il controllo di metà del Paese caraibico. Omicidi, rivolte e barbarie sono in netto aumento.  Brian Concannon, fondatore dell’Institute for Justice and Democracy di Haiti, qualche mese fa aveva rivelato questa scioccante notizia: “La gente vive nella paura quotidiana che andare al lavoro, a scuola o a comprare del cibo al supermercato sia una decisione letale, non esce nemmeno di casa per giorni”. 

Un rapporto della Nazioni Unite nel 2019 – poco prima della crisi pandemica – aveva rivelato come il popolo haitiano fosse in condizioni di vita sempre più gravi e precarie. Il rapporto aveva informato di come il 5,5% e il 27% delle persone fossero rispettivamente in gravi situazioni di povertà e di crisi alimentare. Il tentativo di fuga dal Paese, però, è ostacolato dalle politiche restrittive migratorie di Messico e Stati Uniti.