Diego Abatantuono: “Pensavo di esser diventato ricco ma i soldi sono spariti”

La vita del grande Diego Abatantuono non è sempre stata rose e fiori: alcune sue recenti dichiarazioni hanno lasciato di stucco i suoi fan

Diego Abatantuono è uno tra i pochi attori che ha fatto della veracità un suo punto di forza: un uomo dalle mille sfaccettature, forte e riservato allo stesso tempo… una vera icona e non solo degli anni che furono. Di recente, però, l’uomo si è lasciato andare ad una confessione a cuore aperto che ha sconvolto il suo seguito…

diego abatantuono confessione
Foto da Instagram

Il cinema italiano non è stato più lo stesso dall’approdo di Abatantuono. In primis, l’uomo ha conquistato tutti per la sua versatilità e completezza, non solo in quanto attore, ma anche come regista, sceneggiatore e chi ne ha più ne metta…

Probabilmente questo suo savoir faire, deriva dalla sua formazione, di base estremamente eclettica e sfaccettata: l’uomo, infatti, è nato dalla disciplina del cabaret messa a frutto nel locale Derby Club, di proprietà dei suoi parenti.

È così che ha acquisito la capacità di far comicità: in particolare, è migliorato tanto quando è stato preso come tecnico delle luci e ha avuto modo così di osservare l’arte dai migliori per poter affinare la sua.

Diego Abatantuono, ecco cosa ha rivelato l’attore

Ma come ha trovato effettivamente la sua fama il grande Diego Abatantuono? Basti sapere che venne subito notato da performer del calibro di Massimo Boldi, Giorgio Faletti e Enzo Jannacci, che lo vollero subito con lui a tutti i costi per spettacoli importanti. Lui stesso, sulla base poi delle sue conoscenze nell’ambito del cabaret, fondò il noto format Colorado Cafè.

diego abatantuono
Foto da Instagram

L’uomo ha fatto poi grande strada anche nel cinema. Anche in questo caso, venne notato da un regista del calibro di Romolo Guerrieri che che lo ingaggiò per la nota pellicola “Liberi armati pericolosi”. Per non parlare dei riconoscimenti ricevuti: vinse 3 volte il Nastro d’argento e, nel 2021, il David di Donatello alla carriera.

Cosa ha confessato, però, Abatantuono di così sconvolgente? In un’intervista a Il Corriere della Sera, ha parlato a cuore aperto di alcuni episodi legati alla sua carriera: è da lì che estrapoliamo le sue parole.

“Un manager serio, dopo il primo incasso da sette miliardi, m’avrebbe detto stai fermo un anno. Invece, io fui spremuto, il terrunciello si esaurì e il mio manager fece sparire i soldi messi da parte per le tasse. Non sapevo nulla di quel mondo. A venticinque anni, credevo di essere diventato ricco”. Insomma, un vero e proprio dramma, dettato da inevitabili errori di gioventù.