Anche tu tieni spazzolini e dentifricio in un unico bicchiere sul lavandino? Un errore imperdonabile

Lavarsi i denti è un’abitudine da salvaguardare. Tutti quanti abbiamo il nostro colorato spazzolino sempre a disposizione, magari in una bella tazza, sul bordo del lavandino. Eppure, proprio questa abitudine può rivelarsi un grave errore.

Immaginate di svegliarvi la mattina, magari dopo una serata con gli amici e tutti assonnati vi dirigete in bagno. Lavate velocemente il viso e con la mano cercate lo spazzolino, magari in mezzo a quelli di tutta la famiglia. I più mattinieri entreranno anche in doccia, per darsi una bella svegliata, prima di una giornata di lavoro. Tra spugne, rasoi e creme di bellezza, ognuno ha la sua routine mattutina, ma la vostra salute è minacciata proprio da quello a cui non pensate.

Spazzolini
Fonte: Canva

L’igiene, è importante, non solo quella orale. Tuttavia, bisogna prestare attenzione a piccoli accorgimenti per la sicurezza di tutti. Anche se il vostro bagno sarà la stanza più pulita della casa, senza i giusti metodi, rimarrete esposti ad eventualità spiacevoli per la salute. Passiamo, infatti, in bagno molto più tempo di quello che pensiamo, non solo per i bisogni quotidiani.

Spesso si sottovaluta la presenza di germi e batteri proprio nei posti in cui non siamo abituati a guardare. Gli spazzolini, conservati tutti nello stesso posto, le spugne gettate da qualche parte nella vasca, così come i rasoi mal riposti. Questi sono solo alcuni esempi, ma scopriamo insieme perché sono cosi pericolosi per la nostra salute.

Spazzolini, rasoi e spugne: attenzione a come li trattate

Qualcosa a cui non si pensa spesso, è proprio il posto in cui si ripongono gli spazzolini. Spesso, tutta la famiglia condivide l’onnipresente bicchiere, con 4-5 spazzolini fin troppo vicini tra loro. Il cavo orale, infatti, può contenere diversi germi e batteri, che spesso rimangono sullo spazzolino dopo averlo usato. Per questo cambiare lo spazzolino ogni sei mesi è un’abitudine che andrebbe aggiunta alle altre per la cura della persona. Ma non solo.

Spugna
Fonte: Canva

I germi ed i batteri residui potrebbero finire anche sugli altri spazzolini, se troppi vicini tra loro. Pensate a quando, dopo una brutta influenza, senza accorgervene riutilizzate lo stesso spazzolino, rischiando di passare la stessa influenza agli altri membri della famiglia. Proprio per questo, gli spazzolini devono respirare e rimanere distanti tra loro, magari usando degli apposti contenitori.

Stessa storia per le spugne nella doccia, che dopo mesi di utilizzo perdono colore e morbidezza. I germi ed i batteri che possono annidarsi nelle cavità delle spugne non sono meno pericolosi di quelli del cavo orale. Dopo ogni doccia, ricordate di strizzare bene la spugna e di lasciarla asciugare, prima di rimetterla al suo posto. E come per gli spazzolini, cambiate spesso le vostre spugne, magari scegliendo quelle più naturali.

Il discorso è uguale anche per i rasoi, spesso gettati in mezzo a shampoo e balsami vari. Chi è abituato a radersi sotto la doccia, potrebbe non accorgersi della ruggine che lentamente si fa strada sulle lame. Ma non solo, lasciando il rasoio nella doccia, lo esponiamo al contatto con le spugne e con l’acqua residua, creando proprio lo stesso problema.