Le 10 password utilizzate in Italia: quando la banalità ti rende vulnerabile

Se pensi che la tua password sia infallibile, prima controlla di non essere inconsapevolmente vittima della banalità.

Facebook, Instagram, E-mail, conto bancario, Amazon e chi più ne ha, più ne metta. Siamo sommersi da così tanti servizi che richiedono a loro volta così tante password, che non solo ricordarle tutte richiede un impegno non indifferente, ma anche una fantasia continua che nella maggior parte non abbiamo e non vogliamo usare.

password
Fonte: Canva

Insomma, usare una password altamente complicata, con segni di interpunzione sparsi a destra e a manca, per rendere il nostro profilo blindato e al sicuro non è per nulla semplice. Soprattutto se sono davvero tantissimi gli account che siamo costretti ad aprire anche per ordinare una nuova scopa online. Sì, si potrebbe sempre scegliere di farsi una passeggiata e non comprare sempre tutto online, evitando così l’annoso problema della protezione. Ma perché rinunciare a una comodità del genere?

La nostra vita, infatti, è sempre più frenetica e stancante e anche compiere una semplice commissione potrebbe non essere più così facile. Ecco quindi che deleghiamo tutto al web, pagando il dazio delle password complicate. Forse. Tendiamo, infatti, a usare una sola password per tutto, o peggio, una password così banale e comune che in pratica se non ne mettessimo nemmeno mezza, otterremmo lo stesso risultato finale.

Insomma, una tragedia nella tragedia. Tuttavia, proprio per evitare attacchi informatici che potrebbero rubare i nostri dati sensibili, sarebbe il caso di impegnarsi un po’ ed evitare, almeno in questo, di essere accomodanti. Daremmo mai le chiavi di casa nostra al mondo intero? Penso proprio di no. Ecco quindi che non ha senso, proprio per la stessa logica, fornire, anche se inconsapevolmente, i nostri account al web. Almeno che si impegnino un po’, se proprio ci tengono.

Eppure, sei sicuro di avere delle password infallibili? Se la risposta è no, ti conviene continuare a leggere per scoprire le 10 password più utilizzate, e quindi pericolose, in Italia.

1,2,3.. e il tuo account più non c’è!

Non preoccuparti, basta davvero poco per avere un profilo a prova di hacker. Innanzitutto, è importante non essere mai, ma proprio mai, banali. Anche se siamo ormai quasi 8 miliardi di persone in questo mondo, certi meccanismi e automatismi sono così consolidati nella nostra mente da far commettere a tutti gli stessi errori.

password più comuni
Fonte: Canva

Insomma, mettere la nostra data di nascita, il nome del nostro partner o una banalissima sequenza di numeri significa non avere proprio a cuore la nostra sicurezza informatica. Ma quali sono le 10 password peggiori più usate in Italia? Il sito NordPass, ideato proprio per aiutare i suoi utenti a organizzare le proprie password e note in maniera sicura, ha stilato una classifica sulle password più utilizzate al mondo.

Per quanto riguarda l’Italia, la password più digitata in assoluto, così come in Cina, Francia, Usa e proprio tutto il resto del mondo, è la sequenza di numeri “123456“. Insomma, non siamo proprio il massimo della fantasia. Ma non finisce di certo qui. Se non rientri tra i 100 milioni utenti nel mondo che hanno usato questa sequenza, sappi che ci sono ancora altre 9 posizioni da scoprire.

Le altre 9 password più usate in Italia, infatti, sono: 123456789; 12345; 12345678; qwerty; juventus; 000000; password; andrea e, infine, napoli. E tu, hai mai usato una di queste password?