Uccide i suoi tre figli e poi si toglie la vita: le modalità dell’omicidio-suicidio sono da brividi

E’ una delle storie di omicidio-suicidio più toccante di sempre. Questa donna, non potendo reggere al dolore, ha deciso di farla finita e con sé ha portato i suoi figli.

La disperazione può condurre a gesti efferati, ma è davvero necessario essere tanto crudeli? Questo racconto vi farà capire come a volti basti davvero poco per perdere la ragione.

funerali
Foto Facebook

La protagonista di questa orribile storia di chiama Molly Cheng, la donna responsabile di una tragedia che ha sconvolto gli Stati Uniti d’America. Ha solo 23 anni e decide di togliersi la vita, ma prima di portare con sé i suoi figli, tre bambini di 2,4 e 5 anni. Agghiacciante il modo in cui ha deciso di mettere fine alle loro giovani e innocenti vite.

Madre uccide i suoi tre figli e poi si toglie la vita: la modalità è tremenda

Una tragedia di famiglia, avvenuta in un contesto che mai nessuno avrebbe potuto carpire. Ci troviamo a Maplewood, in New Jersey e Molly Cheng a un certo punto, presa dalla disperazione, decide di compiere un gesto efferato. Vuole togliersi la vita, ma prima la toglie ai suoi tre piccoli bambini. Così un giorno porta i tre al lago e li affoga. Sempre lì la stessa di toglie la vita. Solo dopo molte ore infatti i quattro corpi saranno rinvenuti nel fondo del lago.

E’ un caso di omicidio-suicidio e solo le indagini faranno emergere il tremendo movente che ha spinto una mamma a compiere una follia del genere. A dare inizio all’orrore è stata infatti la morte del padre dei bambini, Yee Lee. L’uomo si è suicidato in casa con un’arma da fuoco ed era stata proprio la moglie a ritrovarlo morto. Nessuno sa cosa sia realmente accaduto quel giorno, ma da quel momento Molly è scomparsa dalla circolazione, stava mettendo in atto il suo folle piano.

Molly Cheng
Foto Facebook

Sarebbe dunque questo il motivo che ha spinto la donna a uccidere i suoi tre bambini e poi a togliersi la vita: il suicidio del marito nonché il papà dei tre figli piccoli. La disperazione l’ha condotta a commettere un’atrocità. Più volte Molly aveva infatti dichiarato di non essere in grado di fronteggiare il forte dolore della morte del marito. E così, presa dalla più totale follia e dalla mente non lucida, ha deciso di compiere una strage. Ha messo fine alla vita delle sue tre creature, e poi alla sua, in quel lago, a pochi passi dalla loro abitazione.