Niente patente, niente cane: l’ultima decisione del paese europeo in nome della sicurezza

Nel cuore dell’Europa è arrivata una nuova licenza per poter avere un cane. Ma di cosa si tratta e cosa implica?

Avere un cane non è semplice. Proprio per questo, solo in Italia si registrano diversi casi, soprattutto in estate, di abbandono dei nostri amici a quattro zampe. Un compagno di vita diventa improvvisamente un peso, se durante le vacanze non c’è nessuno che possa accudirlo quando si è via. Ecco così, quindi, che si adotta una condotta deprecabile che fa soffrire non poco i cani.

Licensa cane
Fonte: Canva

Ma non solo. Avere un animale domestico, in generale, non è un impegno da prendere alla leggera. Serve una cura, nonché una dedizione, costante per evitare – anche se magari con tutte le buone intenzioni del caso – che il nostro cane possa soffrire a causa nostra. Se si tratta, poi, di cani ritenuti “pericolosi” l’asticella dell’attenzione sale vertiginosamente.

Quante volte, infatti, sentiamo o leggiamo sui social alcuni tristi episodi di aggressione da parte di cani non educati come si deve dai propri padroni? Forse anche troppi. Proprio per questo, un paese nel cuore dell’Europa ha deciso di introdurre una nuova licenza per avere un cane. Ma di cosa si tratta?

Vienna Dog License, ovvero un esame facile per cani “difficili”

La città di Vienna ha deciso di varare una licenza per cani. Si tratta, in breve, di un esame per verificare le capacità dei futuri padroni. Tuttavia, come specifica la stessa pagina del comune, non tutti i proprietari devono sostenere l’esame “Vienna Dog License“.

Rottweier
Fonte: Canva

L’amministrazione comunale, infatti, richiede la licenza in base alla razze canine: l’esame è richiesto solo se si possiede uno dei cani che rientra nella Listenhund viennese, ovvero un elenco ufficiale di razze canine originariamente utilizzate per combattimenti e, proprio per questo, generalmente considerate più pericolose o difficili da gestire. Si tratta, infatti, di cani cresciuti purtroppo in cattività.

Chi vive a Vienna, insomma, è obbligato a sostenere l’esame nel caso in cui la razza (o il mix) del proprio cane sia:

  • American Staffordshire terrier
  • Bull terrier
  • Dogo Argentino
  • Fila Brasileiro (Mastino brasiliano)
  • Mastino
  • Mastino spagnolo
  • Mastino Napoletano
  • American pit bull terrier
  • Rottweiler
  • Staffordshire Bull Terrier
  • Tosa Inu
  • Tutti i mix di queste razze

Se pensate però che l’esame sia molto complicato da superare, fortunatamente non è così. L’esame, in tedesco, costa 20,84 euro e prevede un test a risposta multipla, volto a verificare non solo le conoscenze del proprietario sui cani in questione, ma anche la loro corretta cura e gestione.

L’esame, però, prevede anche una seconda parte, più pratica, legata anche all’addestramento, come mettere ad esempio bene guinzaglio e museruola oppure, ancora, ordinare al cane di sedersi o sdraiarsi con o senza guinzaglio. Ma non finisce qui. Sarà oggetto di esame, infatti, anche una passeggiata in città del cane col proprio padrone. Insomma, si tratta di scene di vita quotidiana che servono per abituare il cane a vivere in una condizione tranquilla e ottimale, in modo tale che non associ queste attività a esperienze negative che potrebbero turbarlo. Un test quindi che serve per la sicurezza di tutti.