I loro corpi galleggiavano in piscina: l’invito diventa una macabra cena con delitto

Sembra la storia di un poliziesco e invece è quello che realmente accaduto: una cena con delitto e corpi galleggianti in piscina.

La trama si infittisce, non è un racconto giallo, ma una storia di cronaca nera realmente accaduta. Prima l’invito a cena e poi l’omicidio.

piscina
Foto da Canva

Una storia che a leggerla può giustamente mettere dubbi sulla sua veridicità, ma che è realmente accaduta. Un invito a cena proveniente da una coppia, vicini di casa di vacanza, che però non si svolge nel modo in cui esattamente loro si aspettavano.

Invito a cena con delitto: entrano e trovano corpi morti in acqua

La vicenda è avvenuta nel Sud della Francia, dove si trovano schierate diverse ville per le vacanze estive. Qui la coppia di invitati ha deciso di presentarsi a una cena dopo esser stata invitata dai vicini della casa in vacanza. Non avrebbero mai immaginato quello che stava per accadere davanti ai loro occhi. Non appena sono entrati in casa la scena era orribile.

E’ il 30 luglio del 2022 e le due coppie di amici decidono di passare una serata in buona compagnia, con cibo e risate. La loro cena però si trasforma in una tragedia terribile. Come riporta Fanpage, gli invitati si sono presentati alla cena organizzata all’orario concordato, ma una volta giunti nel giardino della villa degli amici, hanno visto i loro corpi che galleggiavano in acqua.

piscina
Foto Canva

Una scena tremenda che mai avrebbero potuto immaginare avvenisse nella tranquilla cittadina di Gignac, nel Sud della Francia, nel dipartimento dell’hérault dell’Occitani, nei pressi di Montpellier. Le due vittime sono una coppia di pensionati inglesi che lì si trovavano per trascorrere le vacanze estive, ignari che quella sarebbe stata l’ultima vacanza della loro vita. Gli amici hanno subito chiamato i soccorsi, ma ormai era troppo tardi.

Un’indagine chiarirà quello che è accaduto mentre nel frattempo la procura di Montpellier ha disposto l’autopsia per determinare cause e orario dei decessi. “Non è escluso che uno dei coniugi che ha assistito all’annegamento dell’altro sia andato in suo aiuto e che sia annegato a sua volta”. Secondo una prima ipotesi delle forze dell’ordine, relativa ai primissimi esami, non è escluso quindi che si sia trattato di un annegamento casuale. Forse uno dei coniugi per mettere in salvo l’altro che stava annegando, per motivi da chiarire, ha a sua volta ingerito troppa acqua ed è annegato. Fatto sta che la vicenda ha davvero dell’assurdo.